Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Giornalismo e letteratura. L'evoluzione della Terza pagina nella storia del Corriere della Sera

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 CONTESTO E NASCITA DELLA TERZA Incerta è la definizione di terza pagina; considerata da una parte il fiore all’occhiello del giornalismo italiano, dall’altra un’etichetta entro cui far rientrare un prodotto. Incerta è anche la data della sua nascita. Si vuole rintracciare il “capostipite” del genere e, muovendosi fra la “discendenza”, è facile fare un po’ di confusione. Per capire di che cosa si tratta, bisogna ripercorrere brevemente la storia del suo sviluppo e, prima ancora, riportare alla luce il contesto e la temperie culturale che ne hanno consentito l’origine. Il nome lascia scarso margine di divagazione alla fantasia e fissa nell’ordine numerico delle pagine di un quotidiano la sicura collocazione del nostro oggetto d’indagine. La terza è la pagina della letteratura espressa in tutte le sue forme, della critica, dell’arte, del varietà: della cultura in genere. Nel momento in cui assurge a istituzione della stampa italiana, scatta la caccia all’originale, alla prima apparizione. Si è fatto il nome di Bergamini, si è parlato degli “articoli di risvolto” di Torelli Viollier, e di altre paternità. In realtà la terza sorge al culmine di un processo, come derivato di una serie di fattori e tendenze che ne hanno preparato l’avvento. Il ventennio conclusivo dell’Ottocento è la culla di gestazione dell’embrione: sviluppo dell’editoria, diffusione delle sperimentazioni di un nuovo modello giornalistico e rinnovato ruolo degli intellettuali italiani. Nel 1880 è il «Capitan Fracassa» – tramite l’adozione di formule più agili e immediate – ad attrarre vari esponenti della cultura, quali artisti e giovani letterati. Si guarda alla Francia e si comprende l’importanza di un’operazione tutta commerciale come la pubblicazione dei romanzi d‘appendice sui quotidiani, che permette la

Anteprima della Tesi di Fabrizio Bianchi

Anteprima della tesi: Giornalismo e letteratura. L'evoluzione della Terza pagina nella storia del Corriere della Sera, Pagina 5

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze e tecnologie della comunicazione

Autore: Fabrizio Bianchi Contatta »

Composta da 95 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8729 click dal 07/05/2004.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.