Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il lavoro interinale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 1.3 Nuove forme di impresa Mentre il modello fordista si basava su un mercato del lavoro relativamente omogeneo, rispetto al quale era possibile praticare l’obiettivo della piena occupazione, e su di un sistema produttivo fondato sulla prevalenza della produzione di massa nei settori di base, che tendeva a creare condizioni di lavoro stabili per la maggior parte degli occupati, il profilo dell’emergente società post-fordista ci consegna mercati del lavoro frantumati e un sistema di produzione che risponde a bisogni e consumi segmentati e altamente personalizzati 12 . Le organizzazioni hanno la necessità di avere una giusta corrispondenza tra struttura interna e ambiente esterno; l’adattamento al rapido cambiamento di quest’ultimo ha significato per le grandi aziende compiere operazioni di rifocalizzazione e downsizing concentrandosi sui rispettivi core business. Una tendenza crescente nelle aziende è quindi quella di limitarsi allo svolgimento di poche attività che sono eseguite con efficacia ed efficienza, cioè concentrare le risorse umane e finanziarie sulle competenze strategiche che possano garantire il successo dell’impresa, e lasciare che specialisti esterni si occupino del resto, approfittando della loro alta specializzazione. Si è così diffusa la tendenza a ricorrere sempre più spesso alla segmentazione del processo produttivo come diretta conseguenza di aggressive politiche per la riduzione dei costi di produzione e di ricerca di maggiore redditività determinate da necessità di competitività, flessibilità e automazione. Sono utilizzate sempre più diffusamente le strutture con una rete (network) dinamica grazie alla quale un’azienda subappalta la maggior parte delle proprie funzioni non ritenute strategiche ad aziende separate e coordina le loro attività attraverso una piccola organizzazione centrale. 12 Cfr., A. Perulli, Interessi e tecniche di tutela nella disciplina del lavoro flessibile, Atti delle giornate di studio dell’AIDLASS 24-25 maggio 2002.

Anteprima della Tesi di Lucia Bruna Maria Chiara Tesini

Anteprima della tesi: Il lavoro interinale, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Lucia Bruna Maria Chiara Tesini Contatta »

Composta da 191 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4448 click dal 07/05/2004.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.