Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il lavoro interinale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 Si è vista una progressiva disintegrazione delle grandi organizzazioni e l’affermarsi di imprese specializzate di piccola dimensione interagenti fra loro attraverso rapporti di cooperazione (anche senza legami di natura societaria), la cui attività è finalizzata alla realizzazione di un output produttivo di tipo diverso rispetto a quello dell’impresa manifatturiera del passato. Il nuovo modello organizzativo prevede un’impresa che non svolge più al suo interno l’intero ciclo produttivo (dall’acquisto delle materie prime al prodotto finale) ma commette all’esterno determinate fasi dello stesso 10 . La tendenza verso la de-verticalizzazione e la concentrazione sulle fasi critiche del processo produttivo si è poi accentuata dalla seconda metà degli anni Ottanta con la creazione di organizzazioni più flessibili, efficaci ed efficienti, orientate all’innovazione continua. Il trend dominante negli ultimi quindici anni è stato, ed è tuttora, caratterizzato dalla necessità di fronteggiare al meglio i rapidi cambiamenti che l’ambiente circostante continua a proporre in un clima di incertezza e in termini di mutamenti continui e sempre più repentini. Una nuova opportunità, rappresentata dalle potenzialità e dalle prospettive dell’Internetworking, ha interessato ulteriormente le economie di impresa, evolvendosi con graduale intensità dall’inizio degli anni Novanta, fino a esplodere, in maniera esponenziale, negli anni compresi tra il 1998 e il 2001. Internet e le nuove tecnologie hanno trasformato il mercato a livello mondiale così da interessare la maggior parte degli operatori. L’innovazione rappresentata da questi strumenti ha interessato direttamente la struttura di molteplici settori, introducendo nuove forme di relazione tra offerta e domanda. Ha poi creato nuovi e importanti mercati con caratteristiche e concezioni diversissime, e ha offerto nuove opportunità per un vasto tessuto aziendale a livello internazionale. 10 Cfr., L. Corazza, Esternalizzazione di un’attività e trasferimento di ramo d’azienda: il caso Ansaldo, in Rivista italiana di diritto del lavoro, 1999, I, pag.417. Quello che in termini aziendalistici viene definito outsourcing. “Questo termine riassume le tecniche mediante le quali un’ impresa dismette la gestione diretta di alcuni segmenti dell’attività produttiva e dei servizi che non ne costituiscono le “competenze di base” (il c.d. core business), affidandone la gestione ad un’altra impresa attraverso un contratto d’appalto o di fornitura.”

Anteprima della Tesi di Lucia Bruna Maria Chiara Tesini

Anteprima della tesi: Il lavoro interinale, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Lucia Bruna Maria Chiara Tesini Contatta »

Composta da 191 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4448 click dal 07/05/2004.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.