Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Mediazione ed interposizione nella disciplina dei rapporti di lavoro dopo il d.lgs. 10 settembre 2003, n. 276

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

MEDIAZIONE ED INTERPOSIZIONE NELLA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI LAVORO DOPO IL D.LGS. 10 SETTEMBRE 2003, N. 276 12 Negli anni ‘80, sotto la spinta di una profonda crisi economica indotta dallo shock petrolifero, che aveva causato un innalzamento repentino del tasso di inflazione, si assiste a numerosi interventi legislativi, frutto anche della concertazione tra le parti sociali e il Governo di quegli anni 13 . La politica di contenimento del costo del lavoro si manifestò, inizialmente, con interventi legislativi che ridussero direttamente certi emonumenti retributivi – ad es. la legge n. 91 del 1977, che azzerò l’indennità di contingenza ai fini del calcolo dell’anzianità – e, successivamente, con provvedimenti legislativi di flessibilizzazione della disciplina e del tipo del rapporto – ad es., la legge n. 863/1984, che ha istituito una nuova forma di contratto di formazione e lavoro. La stessa legge n. 863/1984 introduce, per la prima volta nel nostro ordinamento, il contratto a tempo parziale, così come i contratti di solidarietà, finalizzati a ridurre l’orario di lavoro e la retribuzione, per evitare i licenziamenti e promuovere nuove assunzioni. La legge 28 gennaio 1987, n. 56, dal canto suo, conclude la c.d. liberalizzazione del contratto a termine, capovolgendo l’originario orientamento di sfavore verso questa tipologia contrattuale. Proseguendo l’analisi, negli anni ‘90, si assiste ad un ulteriore intervento del legislatore, che ha eliminato, in materia di collocamento, la chiamata numerica, prevedendo una chiamata successiva all’assunzione, 13 Cfr. GHERA, La flessibilità, variazioni sul tema, in «Riv. Giur. Lav.» 1996.

Anteprima della Tesi di Francesco D'amora

Anteprima della tesi: Mediazione ed interposizione nella disciplina dei rapporti di lavoro dopo il d.lgs. 10 settembre 2003, n. 276, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Francesco D'amora Contatta »

Composta da 335 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4169 click dal 11/05/2004.

 

Consultata integralmente 37 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.