Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'imputabilità e il vizio di mente nel sistema penale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 movimenti e spasmi incontrollabili, può determinare movimenti degli arti e del corpo di cui il malato, in quel momento, non può rendersi conto 45 . d) abnormità psichiche Le personalità abnormi, o border-line, “appartengono, dal punto di vista psichiatrico, a quella vasta zona che occupa lo spazio intermedio tra normalità ed anormalità, potendo secondo la varietà e l’intensità dell’anomalia psichica, accostarsi all’una o all’altra delle linee di confine” 46 . In questa definizione si fanno rientrare, in genere, tutti quei disturbi del carattere, della personalità, del comportamento e del sentimento che, pur provocando delle reazioni abnormi o dei disturbi nell’elaborazione della realtà che influiscono sui processi di determinazione o di inibizione di un soggetto, non sono tali da alterare, in senso esclusivo o riduttivo, la capacità di intendere e di volere, in quanto, a differenza delle psicosi, “non comportano, di per sé, una perdita del senso della realtà e le loro manifestazioni si muovono ancora nell’ambito di una certa comprensibilità o non totale assurdità della reazione psichica” 47 . Così, secondo la giurisprudenza dominante,non determinano un infermità di mente rilevante ai fini dell’esclusione dell’imputabilità le nevrosi (o neurosi) e le psicopatie, in quanto, per i motivi suddetti, non integrano il concetto di infermità richiesto dagli artt. 88 e 89 48 , o, comunque, pur integrando il concetto di infermità, non sono sufficienti “per integrare un vizio parziale o totale di mente, i quali sono legati a una condizione di incapacità dovuta a infermità, e non all’infermità di per sé stessa considerata”. 49 Tali anomalie “possono elevarsi a causa che incide sull’imputabilità solo quando su di esse si innesti o si sovrapponga uno stato patologico” 50 , ossia, quando “queste si manifestino con elevato grado di intensità e con forme più complesse tanto da integrare gli estremi di una vera e propria psicosi” 51 . Tra le abnormità psichiche rientrano, secondo un orientamento consolidato: d 1 ) le degenerazioni dell’istinto sessuale, compresa la pedofilia 52 , salvo che siano il sintomo di uno stato patologico vero e proprio 53 , ossia, di una manifestazione morbosa rivelatrice della mancanza, totale o parziale, della facoltà intellettiva o volitiva; d 2 ) la sindrome ansiosa depressiva, in quanto, innestandosi in una iperemotiva personalità di base “determinata da un’esasperazione del 45 Cass., sez. I, 2 marzo 1992, cit.; Cass., sez. I, 26 giugno 1992, in Rep. Foro it., voce Imputabilità, 1993, n. 10; Cass., sez. VI, 19 gennaio 1993, in Rep. Foro it., 1994, voce Imputabilità, n. 9. 46 LATTANZI G. - LUPO E., op. cit, 27. 47 ROMANO M. - GRASSO G., op. cit, 33; “Per psicosi si intende un disturbo generalmente grave, con perdita di contatto con la realtà, sintomi inconsueti in soggetti normali (es. deliri, allucinazioni), scarsa coscienza di malattia; per nevrosi si intende un disturbo in genere meno grave, con conservazione del contatto con la realtà, sintomi che in proporzione ridotta possono trovarsi in chiunque (es. ansia, ossessioni), buona coscienza di malattia”. (CASSANO G. B. [a cura di], op. cit., 9). 48 Cass., sez. V, 19 novembre 1997, in Rep. Foro it., 1999, voce Imputabilità, n. 10; Cass., sez. I, 20 ottobre 1997, cit. 49 Cass., sez. V, 27 ottobre 1999, in Rep. Foro it., 2000, voce Imputabilità, n. 13; 50 Cass., sez. VI, 17 aprile 1997, in Rep. Foro it., 1998, voce Imputabilità, n. 14. 51 Cass., sez. I, 4 marzo 1997, in Rep. Foro it., 1998, voce Imputabilità, n. 10. 52 T. Firenze, 19 luglio 1998, in Rep. Foro it., 2000, voce Imputabilità, n. 15. 53 Assise A. Trento, 29 novembre 1994, in Rep. Foro it., 1996, voce Imputabilità, n. 6; Assise Perugia, 27 febbraio 1995, cit.

Anteprima della Tesi di Luca Rassu

Anteprima della tesi: L'imputabilità e il vizio di mente nel sistema penale, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Luca Rassu Contatta »

Composta da 117 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11275 click dal 11/05/2004.

 

Consultata integralmente 56 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.