Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione del rischio di credito nel Nuovo Accordo sul Capitale. L'impatto su alcuni archetipi finanziari

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione 3 Nel secondo capitolo si delinea l’impianto generale dell’Accordo nella versione dell’Aprile 2003 e si descrive il contenuto dei tre pilastri sui quali poggia il nuovo sistema. Il terzo capitolo è dedicato alle tecniche di misurazione del rischio di credito e di determinazione dei requisiti patrimoniali delineata nel Nuovo Accordo. Si sottolineano, in particolare, gli elementi di criticità emersi durante la fase di consultazione. Si descrivono le modifiche apportate al documento in seguito alle osservazioni ricevute, in particolare per quanto riguarda la scelta di destinare i requisiti patrimoniali alla copertura sia della perdita attesa che della perdita inattesa. Nel quarto capitolo si valuta l’impatto del Nuovo Accordo su alcuni strumenti quali la cartolarizzazione, il factoring, il leasing, il private equity e il project finance, soprattutto in termini di impatto sulla convenienza delle banche ad aumentare o ridurre questo tipo di esposizioni in portafoglio.

Anteprima della Tesi di Nadia D'ostuni

Anteprima della tesi: La gestione del rischio di credito nel Nuovo Accordo sul Capitale. L'impatto su alcuni archetipi finanziari, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Nadia D'ostuni Contatta »

Composta da 218 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10273 click dal 19/05/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.