Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'industria cinematografica di Hollywood nell'era di Internet. La strategia della Warner Bros. per il lancio di The Matrix Reloaded

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 I film entrano perciò nei ricordi personali dei consumatori non tanto come, ad esempio, il nuovo film della Paramount o della Warner Bros., ma come il nuovo film di Robert De Niro o come il sequel di Star Wars. Ciò, ovviamente, non significa che non ci sia competizione tra le majors. Sebbene negli ultimi anni le politiche di distribuzione abbiano posto maggiore enfasi sull’importanza di ottenere incassi elevati nel primo weekend di programmazione, i ricavi al botteghino sono stati ampiamente sorpassati da quelli derivanti dalla vendita dei supporti home video e dai diritti televisivi. Come sarà ripreso nella trattazione, la necessità di differenziare le fonti di reddito ha condotto a una visione del film come “evento”, commercializzabile anche attraverso giocattoli, colonne sonore, videogiochi, merchandising e altri accordi commerciali con aziende che non hanno nessun legame con l’industria cinematografica. La già ricordata integrazione verticale permette perciò a Disney Corp. di produrre e distribuire un film come Pirates of the Caribbean: The Curse of The Black Pearl (“La maledizione della prima luna”, Disney/Touchstone, 2003), direttamente ispirato a una giostra di Disneyland, e permette ad altre majors di lanciare sul mercato film ispirati da videogiochi di successo come Final Fantasy: The Spirits Within (Columbia, 2001) o Tomb Raider (Paramount, 2001). Attraverso le fasi dello star system degli anni Trenta, della crisi degli anni Cinquanta e dell’avvento della “New Hollywood” alla fine degli anni Settanta, l’industria cinematografica californiana ha modificato nel tempo diverse sue caratteristiche per inseguire un mondo che cambiava a una velocità “post-moderna”.

Anteprima della Tesi di Giuseppe Melles Di Fazio

Anteprima della tesi: L'industria cinematografica di Hollywood nell'era di Internet. La strategia della Warner Bros. per il lancio di The Matrix Reloaded, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Giuseppe Melles Di Fazio Contatta »

Composta da 543 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5305 click dal 18/05/2004.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.