Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Luogo e pensiero del sogno. Itinerario morantiano.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 «Laggiù, disse, ― dove è stata la nonna, c’è un grande prato, un gran prato coi fiori fatti d’acqua. Ci sono solo cavalli di vetro che saltano, e uccelli d’acqua che volano. ― pure le ali d’acqua? ― domandò il maschio. ― Certo, ― ella rispose con furia. ― E per dormire c’è una camicina d’erba, una per uno» (Om I 1444). Finito il «racconto magico» 18 la vecchia si getta nel fiume, incapace di spegnere altrimenti la sua inestinguibile gelosia; tuttavia, la sua malefica influenza riappare nei sogni dei due coniugi, svilendo il loro rapporto e corrompendo, tramite maleficio, in una «vecchiezza inebetita e pallida» (Om I 1446) la giovinezza del figlio. Il giorno stesso dei funerali della nonna i due fanciulli si perdono inseguendo un insetto bizzarro e attraente: «una grossa farfalla dalle ali nere arabescate di ricami rossi» (Om I 1447), del tutto simile alla descrizione dello scialle della vecchia; l’insetto scompare nelle vicinanze di un torrente, dove è legata una vecchia barca la cui fune si spezza quando i gemelli vi salgono, iniziando un viaggio verso i grandi fiori e i cavalli d’acqua di una cascata, che costituiscono per loro il preludio della morte. Il racconto si svolge nel segno dell’ambiguità, «che l’autore riconoscerà in Menzogna e sortilegio come la vera possibilità della scrittura» 19 e nell’affacciarsi dell’elemento fiabesco che progredisce fino alla trionfale conclusione, infatti, se all’inizio la narrazione presenta ancora motivi realistici, i suoi sviluppi saranno all’insegna di un favoloso che cresce lungo il racconto fino a sostanziarlo di se stesso. 18 C. BRIA, Elsa Morante, Roma, Ciranna, 1976, 29. 19 G. VENTURI, Invito alla lettura…, 10.

Anteprima della Tesi di Adriana Pasqualina Ciboddo

Anteprima della tesi: Luogo e pensiero del sogno. Itinerario morantiano., Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Adriana Pasqualina Ciboddo Contatta »

Composta da 170 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3823 click dal 27/05/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.