Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Movimenti transfrontalieri di organismi geneticamente modificati: protocollo di Cartagena e norme dell'OMC

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 3 (segue) L’Uruguay round e la creazione dell’Organizzazione Mondiale del Commercio Nel settembre 1986 iniziò a Punta del Este, in Uruguay, l’ultimo e più lungo round (Uruguay round), durato fino al 1994 45 . I rappresentanti degli Stati convocati compilarono un’agenda di discussione che copriva temi molto diversi tra loro: tra questi, la parziale revisione del testo del GATT, la riforma di settori essenziali come l’agricoltura ed i tessili e l’estensione del sistema a nuove aree quali i servizi e la proprietà intellettuale. Fu stabilito inoltre un periodo di 4 anni per completare le negoziazioni, a cui parteciparono 125 paesi. I primi risultati ottenuti a metà di questo periodo furono presentati durante la riunione di Montreal (Mid-Term Review Conference of the Uruguay Round) nel 1988, che rese applicabili già dal maggio 1989 alcune riforme già concordate. Nel dicembre del 1990 gli Stati, convocati a Bruxelles per porre fine ai negoziati, non trovarono l’accordo sulla riforma del settore agricolo, sul quale Stati Uniti ed Unione Europea avevano profonde divergenze. Affinché fosse trovata un’intesa su tutti temi in discussione fu necessario negoziare ancora tre anni; peraltro, il ritardo permise di introdurre nell’agenda materie non previste inizialmente. Tra queste, la principale è la costituzione dell’Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC o World Trade organization o WTO) nella sua forma attuale. Il 15 dicembre 1993 fu messo a punto L’”Atto finale che incorpora i risultati dei negoziati commerciali multilaterali dell’Uruguay Round” 46 , che fu firmato il 15 aprile 1994, durante la Conferenza Ministeriale di Marrakesh (Marocco), da 111 degli Stati partecipanti alle negoziazioni e che entrò in vigore il 1° gennaio 1995. Con questo documento è stata attuata la più ampia opera di regolamentazione del commercio tra Stati mai realizzata 47 , intesa a liberalizzare gli scambi anche nei settori dell’agricoltura, dei tessili, dei servizi e della proprietà intellettuale. 45 CROOME J., Reshaping the world trading system: a history of the Uruguay round, Geneva, 1995. 46 Final Act Embodying the Results of the Uruguay Round of Multilateral Trade Negotiations, Marrakesh, 15 aprile 1994, in WTO, The legal texts: The results of the Uruguay round of Multilateral Trade Negotiations, Geneva, 1999, di seguito ‘Atto Finale’. Tutti gli accordi in esame si possono consultare sul sito www.wto.org. 47 PICONE P., LIGUSTRO A., op. cit., p. 24.

Anteprima della Tesi di Carlo Maria Vincenzo De Naro Papa

Anteprima della tesi: Movimenti transfrontalieri di organismi geneticamente modificati: protocollo di Cartagena e norme dell'OMC, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Carlo Maria Vincenzo De Naro Papa Contatta »

Composta da 200 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2426 click dal 27/05/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.