Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Per Giuseppe Tornatore: La leggenda del Pianista sull'Oceano

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 Pulite, momento della storia italiana in cui la nostra politica aveva toccato il suo punto più basso. Così i due scrivono una storia in cui si parlava della Sicilia del dopoguerra, delle occupazioni delle terre e delle lotte contadine: una storia per ricordare i tempi in cui si pensava che solo l’impegno politico avrebbe risolto i problemi del Paese. Il produttore Cecchi Gori, comunque, la bocciò perché ritenne che la storia avesse “troppe bandiere rosse”. Tornatore, con la Leggenda, regala momenti di grande poesia e commozione, utilizzando come canovaccio solo il monologo teatrale di Baricco. Il regista di Nuovo Cinema Paradiso si ritrova in un nuovo film capace di coniugare i contrasti: gioia e tristezza, amore e solitudine, scelte e rimpianti, paese e città, adolescenza ed età adulta. Non è la prima volta che Tornatore trae una sua opera filmica da uno spunto letterario preesistente. Ci si è chiesto perché non abbia inventato da sé la sua storia, perché sia andato a prenderla altrove. La risposta può essere ipotizzata nel fatto che il regista, così come lo scrittore da cui trae spunto è estraneo alla nozione “romantica” di artista che inventa da sé.

Anteprima della Tesi di Francesca Arangio

Anteprima della tesi: Per Giuseppe Tornatore: La leggenda del Pianista sull'Oceano, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne

Autore: Francesca Arangio Contatta »

Composta da 162 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6098 click dal 31/05/2004.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.