Skip to content

La posizione istituzionale della CONSOB e i suoi poteri di normazione secondaria

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
14 scardinare ulteriormente il background ideologico basato sulla rappresentatività del popolo 38 . Dall’altra, l’inquadramento dello Stato-persona in posizione equiordinata alle Regioni e sotto il comune ombrello dello Stato-ordinamento ha “vivificato” l’attribuzione anche alla legge regionale della potestà di coprire la riserva di legge 39 . 1.1.6 La “ridecodificazione” La detronizzazione della legge ordinaria sembra contraddetta, tuttavia, da un altro fenomeno che ha ulteriormente complicato il panorama delle fonti: la decodificazione 40 . Tale tendenza ha generato una congerie di leggi ed atti equiordinati così pletorica da porre il problema dell’incertezza del diritto, quello degli strumenti atti a raccogliere in micro-sistemi le leggi speciali concernenti una medesima materia, quello della crisi del codice civile. Decadenza che, pur senza una flessione nell’inflazione delle iniziative di fonte primaria, sembrava ridottasi in corrispondenza del disfacimento costituzionale che aveva contraddistinto la fine della cosiddetta “prima Repubblica” 41 . 38 Anche i regolamenti della Comunità Europea, infatti, sono considerati leggi idonee a disciplinare materie coperte finanche da riserva di legge assoluta, e il potere di normazione in sede comunitaria vede come protagonisti il Consiglio e la Commissione più del Parlamento Europeo. Il Consiglio Europeo, in particolare, è composto dai ministri o comunque dai rappresentanti degli Esecutivi nazionali. La conseguenza è che, nel caso in cui un regolamento europeo dovesse concernere una materia coperta da riserva assoluta di legge, ai membri direttamente eletti dal popolo sarebbe demandato un controllo minor generis rispetto a quello ad essi accordato dagli artt. 76 e 77 della Cost., concernenti decreto legislativo e decreto-legge. 39 La caducazione del principio della legge formale come detentrice del monopolio della forza si evince anche da altri, all’apparenza non rilevanti, mutamenti normativi. Il legislatore stesso, ancorché conscio del generalizzato uso di decreti legislativi e dell’abuso di decreti-legge, ha ridotto il sistema di controllo sugli stessi atti e consacrato il superamento del dogma della necessaria rappresentatività del law maker: il riferimento è all’art. 16 della l. 400 del 1988, che esclude un obbligatorio controllo preventivo di legittimità da parte della Corte dei Conti sugli atti del Governo aventi forza di legge. La ratio è “alleggerire” la legge ordinaria dal compito di regolare il dettaglio, per concentrarla soprattutto sulla normazione di principio. 40 N. IRTI, L’età della decodificazione, cit. Per decodificazione – come ricorda N. IRTI Codice civile e società politica, cit, s’intende la “follia delle leggi speciali”, che da qualche decennio hanno assunto un carattere alluvionale e hanno abbandonato la tecnica della novella al codice civile, provocandone la vetustà. In alcune occasioni le leggi ordinarie erano divenute strumento addirittura per svolgere attività amministrativa. E’ il fenomeno delle cosiddette leggi- provvedimento. 41 Per N. IRTI, Codice civile e società politica, Bari, 1999, pp. 8-9, nel cinquantennale del codice, “sembra del pari in questi ultimi anni, mentre la Costituzione è messa in gioco ed i fondamenti storici della Repubblica discussi e controversi, che il codice civile torni garante della continuità e regolarità dei rapporti…Le circostanze storiche attribuiscono così al codice civile una sorta di plusvalore politico”. Secondo IRTI, insomma, in quella fase storica l’indebolimento della Costituzione e la maggiore importanza del diritto privato sembravano restituire vitalità al codice civile. E questo, nonostante l’incessante espansione delle leggi speciali, che tuttavia mostravano di
Anteprima della tesi: La posizione istituzionale della CONSOB e i suoi poteri di normazione secondaria, Pagina 8

Preview dalla tesi:

La posizione istituzionale della CONSOB e i suoi poteri di normazione secondaria

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Filippo Durante
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Mario Bessone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 349

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

amef
autorità indipendenti
banca d'italia
consob
delegificazione
financial services authority
mercati finanziari
regolamenti
valori mobiliari
vigilanza

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi