Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'origine del movimento sindacale in ferrovia e l'Italia post-unitaria

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Conosciuta e citata anche dal Finzi, che con il suo Alle origini del movimento sindacale offre una critica ragionata sulle organizzazioni ferroviarie di resistenza, oltre ad una considerevole citazione di particolari sul servizio e sul mondo ferroviario. Interessante e appassionato il volume del De Lorenzo, La prima organizzazione di classe dei ferrovieri, come pure il testo di Stefano Maggi, Dalla città allo stato nazionale che offre uno spaccato delle evoluzioni del movimento dei ferrovieri attraverso la sua città: Siena; mentre Il tormento di un’idea. Vita e opera di Cesare Pozzo, sempre dello stesso Maggi, s’inserisce nella bibliografia sui ferrovieri come opera illuminante sul pensiero di un personaggio molto importante, forse il più importante, per la presa di coscienza e la crescita di tutta la categoria.

Anteprima della Tesi di Antonella Ceccacci

Anteprima della tesi: L'origine del movimento sindacale in ferrovia e l'Italia post-unitaria, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Antonella Ceccacci Contatta »

Composta da 223 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1340 click dal 10/06/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.