Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Implementazione di un Query Language per Knowledge Discovery

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione 4 … e com’è stata realizzata I punti di partenza per raggiungere l’implementazione del QL appena descritto sono stati realizzati per mezzo di due lavori che sono stati sviluppati in altrettante tesi: 1. Un ambiente di supporto all’estrazione della conoscenza, KDDML, definito e implementato in [Tesi1], interamente basato su XML, un meta-linguaggio che consente di definire linguaggi di mark-up per la rappresentazione di particolari classi di oggetti. 2. La formalizzazione del linguaggio che considereremo in questa tesi, battezzato con l’acronimo MQL (Mining Query Language) [Tesi2], la cui specifica ha avuto come punto di partenza il linguaggio KDDML. Lo scopo di questa tesi è stato quello di trovare un punto di incontro tra KDDML e MQL attraverso la costruzione di un modulo che opera da interfaccia fra i due linguaggi. Più precisamente, l’utente interagisce con l’ambiente utilizzando la specifica di MQL, ma la base per la rappresentazione dei dati e l’esecuzione delle queries rimane XML. L’ambiente finale utilizzerà quindi KDDML come una componente esterna cui fornire queries nel formato richiesto dalla sua specifica e da cui attendere i risultati prodotti. Il passaggio MQL Æ KDDML è stato ottenuto attraverso un processo compilativo che ha comportato gli impegni più onerosi. L’obiettivo prefissato è stato raggiunto ponendo una netta distinzione tra la fase di progettazione del sistema che supporta MQL e la fase implementativa vera e propria attuata attraverso il linguaggio di programmazione Java. La separazione della progettazione e della scrittura del codice ha infatti rappresentato uno dei più significativi progressi nella programmazione negli ultimi dieci anni, e i linguaggi orientati agli oggetti come Java implementano tale forma di separazione. Ci occuperemo della fase di definizione del sistema nei capitoli 2 e 3, mentre l’implementazione sarà interamente oggetto del capitolo 4.

Anteprima della Tesi di Andrea Romei

Anteprima della tesi: Implementazione di un Query Language per Knowledge Discovery, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Andrea Romei Contatta »

Composta da 231 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1054 click dal 10/06/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.