Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il potere consultivo e di segnalazione dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO 1 LA POLITICA DELLA CONCORRENZA: OBIETTIVI E STRUMENTI 4 forniture, il rifiuto di vendere, l’imposizione dei prezzi discriminatori. Lo scopo finale è però la difesa della concorrenza e non dei singoli concorrenti. Sarà inevitabile avere delle “vittime” che saranno espulse dal mercato: le imprese più inefficienti, quelle con i costi di produzione più elevati, quelle con prodotti di qualità inferiore. Il terzo obiettivo sarà quello di assicurare o almeno favorire un’allocazione efficiente delle risorse. Una struttura di mercato concorrenziale conduce all’efficienza tecnica (minimizzazione dei costi medi di produzione) e all’efficienza allocativa (prezzi che uguagliano i costi marginali). L’intervento normantivo antitrust non può avere quale modello di riferimento la concorrenza perfetta che costituisce la situazione di ottimo paretiano, per l’impossibilità tecnica o economica di eliminare tutte le imperfezioni. Sarà dunque necessario ricercare soluzioni di ottimo paretiano di secondo livello senza dimenticare la complessità di tale operazione (BENTIVOGLI C., TRENTO S., 1998). 1.3 La struttura delle normative antitrust e i suoi strumenti La struttura delle legislazioni antitrust dei vari paesi è molto simile in quanto si ispira in maniera più o meno fedele alle normative statunitensi. Alla base vi è la convinzione che alcuni comportamenti che violano il principio di concorrenza possono avere come vittime sia concorrenti rivali sia consumatori provocando così una diminuzione del benessere sociale.

Anteprima della Tesi di Silvia Dari

Anteprima della tesi: Il potere consultivo e di segnalazione dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Silvia Dari Contatta »

Composta da 127 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2778 click dal 14/06/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.