Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La figura di Odisseo nel primo Pound

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1 [La trattazione del mitologico è stata una delle caratteristiche salienti dell’esperienza modernista inglese. Ezra Pound, in particolare - così come James Joyce - ha assorbito e rielaborato nella sua opera il mito di Odisseo. 1 Riferimenti al più celebre personaggio omerico e citazioni dall’Odissea stessa sono frequenti non solo nei Cantos, l’opera più vasta e ambiziosa dell’autore americano, ma anche negli scritti più brevi - ma non meno significativi - come Hugh Selwin Mauberley. Al di là di questi rimandi espliciti, è però importante soprattutto indagare come i temi del viaggio, dell’esilio e della ricerca della conoscenza siano una componente fondamentale della sua complessa poetica e, prima ancora, delle sue vicende personali. Questo lavoro si propone quindi di esaminare in un primo momento quali circostanze della vita di Pound e quali elementi della sua formazione di letterato possano essere all’origine del suo interesse per questa figura mitologica, a partire dall’espatrio nei primi anni del Novecento e dalla sua instancabile ricerca, fra le tradizioni europee, di modelli letterari. E’ utile poi dare un rilievo particolare al periodo che dal primo conflitto mondiale arriva fino ai primi anni Venti. E’ questa la fase più vivace e feconda non solo dell’opera poundiana, ma del modernismo inglese nel suo insieme, di cui Pound diventa uno dei principali esponenti, mediante la sua attività di poeta, critico, scopritore di talenti, fondatore di riviste e movimenti d’avanguardia. Si tratta, soprattutto, del periodo in cui, come testimoniano Hugh Selwin Mauberley e le parti iniziali dei Cantos, Pound raggiunge la maturità poetica e il suo rapporto con Odisseo diventa più consapevole: egli approfondisce la sua meditazione riguardo a questa figura e in modo particolare alla sua attualità, a ciò che essa può rappresentare per l’uomo – principalmente per il letterato – del XX secolo. 1 Nel corso del presente lavoro, per nominare l’eroe omerico, userò la forma Odisseo anziché Ulisse poiché questo è il nome che Pound è solito utilizzare nelle sue opere poetiche e critiche. La maggior parte dei critici dell’opera poundiana utilizza anch’essa, il più delle volte, il nome Odisseo.

Anteprima della Tesi di Davide Talarico

Anteprima della tesi: La figura di Odisseo nel primo Pound, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Davide Talarico Contatta »

Composta da 194 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3125 click dal 14/06/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.