Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Diritto internazionale Umanitario - Assistenza e Protezione delle vittime dei conflitti armati

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 comprendente il cd. "diritto dell'Aja", il cd. "diritto di Ginevra 8 " e un sistema in via di codificazione relativo alla tutela delle popolazioni interessate da calamità naturali (diritto internazionale umanitario di pace), come branche facenti parte di un unico sistema di diritto 9 . Se la Carta delle Nazioni Unite afferma in maniera inequivocabile il divieto della minaccia o dell'uso della forza contro un altro Stato, perché parlare di norme internazionali da applicarsi ai conflitti armati ed ai loro effetti? A questa domanda vanno date tre risposte complementari: - la Carta delle Nazioni Unite seppure ha vietato il ricorso all'uso della forza, come criterio generale, lo ammette per i casi di legittima difesa, sia individuale sia collettiva 10 , contro gli attacchi che minaccino l'indipendenza o il territorio di uno Stato e, nonostante tale divieto, i conflitti armati sono un dato di fatto; - il divieto di ricorrere alla forza, enunciato nella Carta delle Nazioni Unite non è un limite alle modalità di garanzia dell'ordine pubblico dei singoli stati, con la conseguenza che, finché il conflitto non viene internazionalizzato, il ricorso alla "forza" rimane lecito 11 ; 8 Ronzitti, "Diritto internazionale… ", op. cit., p 18. 9 Così la Corte Internazionale di Giustizia nel parere dell'8 luglio 1996, nel caso Legality of the use of nuclear weapons in armed conflicts, Advisory Opinion of July 8 th , 1996 (testo reperito nel sito della Corte- Http://www.icj-cji.org) 10 Sul punto si veda Ronzitti: "Forza (uso della)", in Digesto delle Discipline Pubblicistiche, vol. VII, 1991, pp. 3 e ss. Testualmente l'Autore sostiene che "Nella carta bisogna distinguere le disposizioni relative all'uso della forza che riguardano gli Stati individualmente considerati da quelle relative al sistema di sicurezza collettiva che fa capo al Consiglio di Sicurezza. Al primo gruppo appartengono la disposizione che stabilisce un divieto generale di usare la forza nelle relazioni internazionali e le relative eccezioni…. Le eccezioni hanno per oggetto la legittima difesa individuale e collettiva e le azioni contro Stati ex nemici di cui all'art.107 della Carta". 11 Eisner, "The continuing validity of the non intervention norm", Bruxelles, 1994, pp. 113 e ss; Gasser, "International Humanitarian law and protection of war victimes", in International Review of Red Cross, n.325, March 1998., pp. 569 e ss. Si veda anche l'opinione in tal senso di Conforti, che evidenzia delle eccezioni alla portata della norma

Anteprima della Tesi di Gianluca Tedesco

Anteprima della tesi: Diritto internazionale Umanitario - Assistenza e Protezione delle vittime dei conflitti armati, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Gianluca Tedesco Contatta »

Composta da 214 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5620 click dal 15/06/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.