Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Libertà di scuola. Scuola di libertà. Scuola pubblica e scuola privata nel dibattito dell'Assemblea Costituente

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 più riprese affinché il governo italiano giungesse ad un effettivo riconoscimento delle scuole cattoliche. Non si trattava solo di un’offensiva delle forze cattoliche che le destre per calcoli elettorali facevano propria, ma di una generale resa all’idea di un sistema scolastico misto, pubblico- privato, finanziato sulla base della valutazione dell’efficacia formativa dei singoli istituti scolastici. All’idea dell’autonomia faceva da corollario l’idea tutta economicistica della misurazione della produttività dei singoli elementi del sistema. Senza che tutto ciò portasse ad una seria riflessione sulle reali condizioni della scuola pubblica, dei danni in essa prodotti dopo anni di governi democristiani, per l’assenza d’ogni credibile politica di investimenti, di riforme e di sviluppo. Così 31 personalità laiche e cattoliche, da Romano Prodi a Giovanni Berlinguer, il 13 luglio 1994 hanno sottoscritto un documento Nuove idee per la scuola per sostenere la necessità di un unico sistema formativo pubblico, comprendente le scuole statali e non statali, con l’impegno delle seconde a formare i giovani “secondo i valori costituzionali”. Affermazione quest’ultima che di per sé denuncia quale zona franca, dal punto di vista dell’educazione alla convivenza democratica, abbia potuto rappresentare fino ad oggi la scuola privata. Se la storia non si ripete, certo è che la questione scolastica nel nostro paese non riesce ad uscire dalla morsa mortificante e soffocante dei compromessi. Ad oltre cinquant’anni dall’Assemblea costituente il compromesso tra Moro e Togliatti, si ripropone nelle spoglie di Prodi e Berlinguer, del Partito popolare e dei Democratici di sinistra. Ma i tempi non sono più quelli del Migliore, e se gli articoli 33 e 34 della Costituzione presero corpo tra l’indifferenza generale del paese, oggi non pare che l’operazione di

Anteprima della Tesi di Giovanni Fioravanti

Anteprima della tesi: Libertà di scuola. Scuola di libertà. Scuola pubblica e scuola privata nel dibattito dell'Assemblea Costituente, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Giovanni Fioravanti Contatta »

Composta da 245 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4938 click dal 15/06/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.