Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Libertà di scuola. Scuola di libertà. Scuola pubblica e scuola privata nel dibattito dell'Assemblea Costituente

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 finanziare la scuola privata in nome di una sua, tanto improbabile quanto poco credibile, omologazione alla scuola statale, possa passare senza l’opposizione delle forze laiche e democratiche più avvertite del nostro paese. Non è mio compito ripercorrere le vicende più recenti, di cui la stampa ormai quasi ogni giorno ci rende edotti, relative al confronto politico in atto nel paese sul tema scuola pubblica-scuola privata. Semmai è proprio la natura di questo confronto ad avermi spinto a risalire alle origini dell’art. 33 della nostra Costituzione, che mentre riconosce la più ampia libertà di scuola, sancisce, mi pareva, e ancora mi pare, con massima chiarezza, che tale libertà non può in alcun modo comportare il benché minimo costo per l’intera collettività. E, quand’anche si trattasse di una libertà che interessi al 99,9% dei cittadini, come Moro all’epoca della Costituente pretendeva che fossero i cattolici in Italia, l’onere del suo esercizio non potrebbe mai ricadere su quello 0,1% di cittadini che di essa non intende fruire. Ma ciò che di tutta questa vicenda preoccupa è l’assenza di ogni memoria storica, colpevole nelle forze politiche e nei rappresentanti eletti al parlamento. Un’amnesia che non ha preso i cattolici, i quali non hanno, certo loro no, dimenticato cosa è stata per la Chiesa storicamente la battaglia prima contro la libertà d’insegnamento, poi a favore di essa, quando uscita dalla rigida contrapposizione al potere temporale degli Stati moderni, si è resa conto in quale eccezionale strumento di consenso e di formazione della coscienze poteva tradursi. Nelle pretese del mondo cattolico di vedere riconosciuta e finanziata la loro scuola, non c’è, dunque, nulla di nuovo, anzi c’è un’ostinata coerenza e

Anteprima della Tesi di Giovanni Fioravanti

Anteprima della tesi: Libertà di scuola. Scuola di libertà. Scuola pubblica e scuola privata nel dibattito dell'Assemblea Costituente, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Giovanni Fioravanti Contatta »

Composta da 245 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4938 click dal 15/06/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.