Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Principio di sussidiarietà e sistema amministrativo nel nuovo quadro costituzionale (articolo 4 Legge Costituzionale 18 ottobre 2001 n° 3)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 II. Il decentramento amministrativo 18 consiste nell'effettivo trasferimento di un'attività decisoria e non meramente esecutiva 19 : le funzioni amministrative conferite devono concretizzarsi nella possibilità di emanare provvedimenti amministrativi o nella possibilità di svolgere un'attività complessiva, avente autonoma rilevanza esterna, come attività pubblicistica o come svolgimento di determinati servizi o attività prive di caratteri autoritativi 20 . In tema di decentramento amministrativo, fondamentale è l'art.5 21 imprenditoriali privati. 18 F. ROVERSI MONACO, voce “Decentramento amministrativo”, in “Enciclopedia giuridica”, vol. X, Treccani, Roma, 2001, p.2. È pacifico in dottrina che accanto al decentramento amministrativo siano configurabili un decentramento legislativo ed uno giurisdizionale. Tuttavia non ogni divisione tra più organi all’interno di un ente vale a concretare un’ipotesi di decentramento: occorre che tale ripartizione avvenga non necessariamente, o non soltanto, in ragione della diversa specializzazione degli organi stessi, bensì su base territoriale. Cosicché non può parlarsi di decentramento nel caso della tripartizione classica di poteri tra Parlamento, Governo e Magistratura, mentre ciò è consentito nel caso dell’attribuzione di potestà legislativa alle Regioni (decentramento legislativo) o dell’istituzione dei TAR (decentramento giurisdizionale), giacchè nel primo es., e non negli altri due, difetta la territorialità della divisione dei poteri. Sul punto vedi F. STADERINI, “Diritto degli enti locali”, IV ed., Padova, 1993, p.27. 19 A. M. SANDULLI, “Governo e amministrazione”, in “Rivista trimestrale di diritto pubblico”, 1996, p.737. 20 F. ROVERSI MONACO, Op. Cit., p.2. 21 Art.5 Cost.: “La Repubblica, una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali; attua nei servizi che dipendono dallo Stato il più ampio decentramento amministrativo; adegua i principi ed i metodi della sua legislazione alle esigenze dell’autonomia e del decentramento”.

Anteprima della Tesi di Claudio Carrino

Anteprima della tesi: Principio di sussidiarietà e sistema amministrativo nel nuovo quadro costituzionale (articolo 4 Legge Costituzionale 18 ottobre 2001 n° 3), Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Claudio Carrino Contatta »

Composta da 239 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8870 click dal 15/06/2004.

 

Consultata integralmente 36 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.