Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

'La filosofia oggi': Merleau-Ponty a partire da Husserl e da Heidegger nel corso dal Collège de France del 1958-59

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 ufficiale, versa in uno stato di decadenza 8 . Dall’altro lato si assiste all’espressione di caratteri filosofici da parte di discipline quali la poesia, la musica, la pittura e la psicoanalisi 9 . Tale decadenza della filosofia è comunque a suo avviso inessenziale: non è affatto in pericolo la possibilità del pensiero filosofico in quanto tale. Piuttosto, ha iniziato a dare segni di inadeguatezza, rispetto ai problemi dell’odierna esperienza umana, una certa maniera di filosofare: quella secondo le categorie di sostanza, soggetto-oggetto, causalità 10 . Questi sono i termini propri della tradizione moderna, di ascendenza cartesiana in modo particolare, utilizzati per esprimere un rapporto tra l’uomo e l’essere, concepito in ultima analisi come Vorstellung (rappresentazione) o mero fronteggiamento tra i due. È dunque tempo di “non-filosofia” quello in cui viviamo 11 . Siamo di fronte ad “un’alternativa radicale: aut aut – o la morte del pensiero (…), oppure la sua rinascita, in favore di una reminiscenza della sua origine, di un abbandono dell’illusione che essa potesse definirsi come pensiero distaccato” 12 . Nel momento in cui emerge in modo ineluttabile la crisi di questa Weltanschauung moderna di stampo prevalentemente cartesiano, dicevamo che cresce parallelamente in Merleau-Ponty l’interesse per quegli ambiti del sapere tradizionalmente considerati non-filosofici. Loro merito – a suo avviso – è quello di aver saputo riconoscere il mutamento avvenuto nel rapporto fra uomo e mondo meglio di quanto abbia saputo fare la filosofia ‘ufficiale’. 8 Tra le espressioni usate per descrivere ciò cfr. ibidem, p. 6: “vuoto filosofico in cui siamo”. 9 A conferma di ciò riportiamo una frase dell’autore stesso ibidem, p. 28: “Dunque la pittura è una sorta di filosofia” o anche: “La nostra non filosofia che è forse filosofia più profonda” a p. 143, o ancora: “La psicologia è filosofia. La biologia è filosofia” a p. 57, o anche: “la riflessione psicologica conduce alla riflessione filosofica. Non vi è che una psicologia completa, è la filosofia […]. Se filosofia è la vera psicologia, la psicologia è una filosofia principiante” a p. 60 ed inoltre : “[…] la biologia cosciente tende verso la filosofia” a p. 62 o infine: “Mediante il suo contatto con la profondità delle cose, la biologia è quasi filosofia” a p. 142. 10 M. Merleau-Ponty, ibidem, p. 7. 11 M. Merleau-Ponty, ibidem, (“ I. Il nostro stato di non filosofia”). 12 M. Merleau-Ponty, ibidem, “Prefazione” di C. Lefort, p. XXV.

Anteprima della Tesi di Christian Ridon

Anteprima della tesi: 'La filosofia oggi': Merleau-Ponty a partire da Husserl e da Heidegger nel corso dal Collège de France del 1958-59, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Christian Ridon Contatta »

Composta da 364 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6676 click dal 15/06/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.