Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

'La filosofia oggi': Merleau-Ponty a partire da Husserl e da Heidegger nel corso dal Collège de France del 1958-59

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 loro attività abbia come nota di sottofondo il tentativo di dare risposta a questa domanda che scandaglieremo grossomodo la traiettoria evolutiva della filosofia di ciascuno di essi. Scrisse un giorno Merleau-Ponty: “Nessuno si è spinto più lontano di Proust nella fissazione dei rapporti del visibile e dell’invisibile, nella descrizione di un’idea che non è il contrario del sensibile, che ne è il risvolto, la profondità” 25 . Senza avere l’intenzione di mettere a tema il debito del filosofo con lo scrittore francese, ci impegneremo a mostrare che, quantomeno nella stessa misura, Merleau-Ponty, rispetto all’indagine intorno all’essere, ha ben saputo percorrere la traccia segnata. E lo ha fatto elaborando un pensiero “più rigoroso di quello concettuale” 26 . Non meramente “teoretico né pratico”, né prettamente morale o estetico, esso si colloca “prima di questa distinzione”: “rammemora (Andenken) l’essere e nient’altro” 27 e si configura come un radicale, serio, “ritorno all’ontologia” 28 , o alle sorgenti della metafisica, nel tentativo, però, “‘di esordire diversamente’” 29 . Ma è giunto ora il momento di iniziare il nostro cammino. Ambita destinazione è la risposta alla domanda su ‘che cos’è la filosofia?’. 25 M. Merleau-Ponty, Il visibile e l’invisibile, op. cit. , p. 164. 26 M. Heidegger, Lettera sull’‘Umanismo’, op. cit. , p. 308. 27 M. Heidegger, ibidem, p. 309. 28 M. Merleau-Ponty, Il visibile e l’invisibile, op. cit. , p. 183, nota di lavoro intitolata ‘Origine della verità’, del Gennaio 1959. 29 M. Merleau-Ponty, ibidem, ‘Presentazione’ di M. Carbone, p. 12.

Anteprima della Tesi di Christian Ridon

Anteprima della tesi: 'La filosofia oggi': Merleau-Ponty a partire da Husserl e da Heidegger nel corso dal Collège de France del 1958-59, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Christian Ridon Contatta »

Composta da 364 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6676 click dal 15/06/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.