Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Peter Pan, il bambino che non voleva crescere: dalla letteratura al cinema

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Figura altrettanto importante fu Anna Letitia Barbaud (1745 – 1825), donna molto acculturata, scrisse Lessons for Children of Two to Three Years Old (1778), Hymns in Prose for Children (1781) e Evenings at Home, or the Juvenile Budget Opened (1782) col fratello. Nel 1811 pubblicò The Female Speaker, un’antologia per ragazze con una raccolta dei migliori scrittori e poeti inglesi con una sua prefazione. Sulle orme di A. L. Barbaud si mosse Sarah Trimmer (1741 – 1810) spinta dagli amici a scrivere le lezioni che era solita impartire ai suoi dodici figli. Nel 1782 scrisse An Essay Introduction to the Knowledge of Nature) e Sacred History Adapted to the Comprehension of Young Persons (1784), una raccolta di brani scelti dalle Sacre Scritture con annotazioni e commenti per gli adolescenti. Scrisse inoltre letteratura non pedagogica come le Storie meravigliose e pubblicò due giornali per adulti: The Family Magazine (1788-89) e Guardian of Education (1802-06). Altre scrittrici da ricordare sono Lady Eleanor Fenn (1743 – 1813), Dorothy (1735- 1836) e Mary Jane Kilner e Mary Wollstonecraft (1759 – 1797). Tra gli uomini scrisse per l’infanzia Thomas Day (1748 – 1789) che ebbe un certo successo con The History of Sandford and Merton (1783).

Anteprima della Tesi di Federica Crespi

Anteprima della tesi: Peter Pan, il bambino che non voleva crescere: dalla letteratura al cinema, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Federica Crespi Contatta »

Composta da 173 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 24109 click dal 29/06/2004.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.