Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Vibrazioni prodotte da infrastrutture di trasporto in fase di costruzione e di esercizio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 2: Caratterizzazione della sorgente 11 funzione della molla è quella di seguire le irregolarità del profilo stradale cercando di garantire una forza di contatto costante e “filtrando” le sollecitazioni in termini di spostamento, velocità ed accelerazione che arrivano al guidatore. La presenza della sola molla potrebbe però in determinati casi (per effetto, ad esempio, di un fenomeno di risonanza tra pavimentazione ed irregolarità stradale) produrre dei moti oscillatori tra casse ed assi molto elevati e di ampiezza crescente nel tempo, per cui risulta necessario smorzare tali moti attraverso l’utilizzo degli ammortizzatori. Il funzionamento di questi organismi sfrutta sostanzialmente la dissipazione di energia per effetto del passaggio di un fluido viscoso, che si muove all’interno di un cilindro a tenuta. Una delle tipologie di molle più utilizzate è quella a balestra. Questa è realizzata mediante un fascio di lamine di acciaio, dette in gergo ”foglie”, curvate ad arco, sovrapposte e rese solidali mediante delle cerchiature realizzate in specifici punti (Fig. 2.3). Tale morfologia permette di realizzare quell’auspicata “guida” tra la cassa e l’asse impedendo i gradi di libertà diversi da quello di traslazione verticale relativa. Fig. 2.3: Sospensione a balestra (D’Apuzzo, 2000). Gli ammortizzatori adoperati nella maggior parte delle sospensioni sono di tipo oleodinamico (Fig. 2.4). Le principali non linearità nel comportamento meccanico degli ammortizzatori si manifestano attraverso due fenomeni: 1) una spiccata bilinearità nel legame forza velocità, per cui

Anteprima della Tesi di Vincenzo Aiello

Anteprima della tesi: Vibrazioni prodotte da infrastrutture di trasporto in fase di costruzione e di esercizio, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Vincenzo Aiello Contatta »

Composta da 241 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1631 click dal 18/06/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.