Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Prodotti tipici, azioni di marketing ed educazione alimentare: l'esperienza nelle scuole primarie di Reggio Emilia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 La riduzione dell’asimmetria informativa esistente tra aziende produttrici e cliente consumatore rappresenta un passaggio obbligato per la valorizzazione delle produzioni tipiche locali. Soltanto un consumatore informato è in grado di comprendere e percepire quella serie di elementi extra produttivi che sono alla base del processo generante plusvalore che caratterizza i prodotti tipici. Una politica commerciale con questi caratteri presenterebbe almeno due grandi vantaggi: favorirebbe un processo di delocalizzazione delle produzioni e faciliterebbe, attraverso l’informazione, la costituzione di un’importante barriera all’entrata di tipo “sunk cost”. 10 Accanto a queste strategie non propriamente economiche occorre affiancare iniziative che mirino a migliorare l’efficienza e l’economicità delle imprese produttrici di prodotti tipici. A questo riguardo una strada percorribile sembra quella dell’associazionismo cooperativo 11 . Oggi i consorzi hanno funzioni di tutela, di promozione, di valorizzazione e di cura generale degli interessi relativi alle denominazioni. Ai consorzi è attribuita la facoltà di controllo del rispetto del disciplinare e di adottare programmi di produzione recanti misure di carattere strutturale e di adeguamento tecnico, quantitativo e qualitativo, allo scopo di evitare fenomeni di sovrapproduzione e quindi squilibri di carattere economico. C- Le istituzioni Esiste un forte interesse da parte delle istituzioni alla promozione dei prodotti tipici. Tale interesse discende, da una parte, dal ruolo che tali produzioni possono giocare nelle rilancio delle piccole e medie imprese agro-alimentari italiane, dall’altra si riconduce all’intimità che lega tali alimenti al territorio di origine. 12 Il binomio prodotto tipico e turismo è sempre più vincente, con ampie possibilità di crescita e di sviluppo, in grado di valorizzare allo stesso tempo sia l’enorme patrimonio 10 Bureau J.C., Marette S.S., Schiavina A., 1998 11 Quaglia C., 1995 12 Carboni R. 1999

Anteprima della Tesi di Giulia Grazi

Anteprima della tesi: Prodotti tipici, azioni di marketing ed educazione alimentare: l'esperienza nelle scuole primarie di Reggio Emilia, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giulia Grazi Contatta »

Composta da 263 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6598 click dal 06/07/2004.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.