Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Socializzare la conoscenza: il progetto OpenCourseWare del MIT

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1. E-learning: nuovo modo di sviluppare conoscenza 10 La guerra del Kippur Conseguenze socio-economiche. Lo shock petrolifero colpisce in varia misura tutti i paesi industrializzati, in particolare quelli che dipendono interamente dall’estero per il loro fabbisogno energetico. La produzione industriale fa registrare ovunque un brusco calo, per poi riprendere a crescere a partire dal 1976, sia pure con ritmi più lenti rispetto al ventennio 1950-73, non a caso conosciuto con il nome di Età dell’oro 1 . Diversamente dalle crisi del passato, la recessione è accompagnata da una generale tensione inflazio- nistica, con tassi di aumento dei prezzi superiori al 10% e talvolta al 20% annuo. Sul piano sociale, la conseguenza più grave è la crescita della disoccupazione, che si man- tiene elevata per tutto il decennio successivo. Capitale intellettuale. Lo shock petrolifero ha importanti ripercussioni anche sul piano educativo. La questione è interessante, dunque necessita di un chiarimento. La crisi del 1973-75 rivela un’insospettata fragilità delle economie capitalistiche avanzate: è subito chiaro che per continuare a svolgere un ruolo di primo piano sulla scena internazionale i paesi più sviluppati, costretti a rinunciare al monopolio dell’industria pesante, dovranno puntare tutto sulle nuove knowledge-based industries (elettronica, informatica, ciberne- tica, telematica, bio-ingegneria, industria aerospaziale). Ciò significa valorizzare il sape- re, inteso come capitale intellettuale: per questo i leader politici e gli imprenditori più avveduti guardano con crescente interesse al mondo accademico. Come ha scritto David Noble, docente di storia presso la York University, Canada, “the universities had be- come too important to be left to the universities” (Noble, 1997). Università & grande industria. Negli Usa, nel giro di un decennio, proliferano le partnership tra grandi corporation e istituzioni universitarie, con soddisfazione di en- trambe le parti. Da un lato, infatti, l’università riceve i finanziamenti necessari per l’attività di ricerca; dall’altro, i privati – che oltretutto, in qualità di finanziatori, godono di sgravi fiscali - si garantiscono la possibilità di beneficiare dei frutti del lavoro intellet- tuale. 1 Hobsbawm Eric J., 1997. Il secolo breve - 1914-1991. l’epoca più violenta della storia dell’umanità. Milano, RCS Libri, p. 303-337. Svolgimento. Il 6 Ottobre 1973, giorno della festa ebraica dello Yom Kippur, le truppe egiziane attaccano a sorpresa le linee israeliane, decise a recuperare la penisola del Si- nai, persa nella guerra dei sei giorni del Giugno 1967. Ma Israele riesce a capovolgere le sorti del conflitto, grazie anche ai massicci aiuti americani, e a respingere gli attaccan- ti. Effetti. Sul piano territoriale la guerra del Kippur non produce alcun risultato: ne ha in- vece sul piano politico e psicologico. Infatti: ` il mito dell’invincibilità israeliana vacilla; ` la chiusura del canale di Suez e il blocco petrolifero decretato dai paesi arabi contro i paesi occidentali amici di Israele danno alla crisi una dimensione globale e rendono gli Usa più sensibili al dialogo con gli arabi. Pace. Nel Novembre 1977 il presidente egiziano Sadat compie a sorpresa un viaggio a Gerusalemme e formula personalmente una proposta di pace. Grazie anche alla media- zione del presidente americano Carter, si giunge agli accordi di Camp David del Settem- bre 1978: l’Egitto ottiene la restituzione del Sinai e sigla la pace con Israele.

Anteprima della Tesi di Davide Paterlini

Anteprima della tesi: Socializzare la conoscenza: il progetto OpenCourseWare del MIT, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Davide Paterlini Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1849 click dal 22/06/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.