Skip to content

Socializzare la conoscenza: il progetto OpenCourseWare del MIT

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
1. E-learning: nuovo modo di sviluppare conoscenza 11 Crisi del mondo accademico. Non è tutto. La riforma della legge sui brevetti (1980) accelera la trasformazione del mondo accademico in ingranaggio della macchina eco- nomica: dato che l’attività intellettuale può tradursi in profitti, le università hanno tutto l’interesse a modificare l’allocazione delle risorse a favore della ricerca e a discapito della tradizionale missione educativa. Le classi diventano più popolose, il numero dei corsi viene ridotto, con ovvie conseguenze sul piano occupazionale per la classe docen- te, i salari sono congelati. Inoltre, per mantenere in vita l’apparato amministrativo degli atenei, è necessario aumentare l’importo delle tasse di iscrizione: in sostanza agli stu- denti si chiede un maggiore sforzo economico, non compensato, però, da una migliore qualità dell’insegnamento. Quasi senza accorgersene, il mondo accademico entra in cri- si. 1.1.2 Dagli anni Novanta ad oggi: nascita ed esplosione dell’e-learning Network of networks. Prima che il mondo accademico trovi la forza per reagire alla crisi che lo attanaglia passa circa un decennio: le prime avvisaglie di cambiamento si manifestano all’inizio degli anni Novanta, quando fa la sua apparizione Internet 2 , “Rete delle reti” destinata a influire profondamente sulla nostra vita. Colpo di fulmine. Il primo settore della società civile a subire il fascino della Rete è rappresentato proprio dai professori e dai ricercatori universitari, che la utilizzano per socializzare informazioni e condividere risorse. Del resto Internet è un medium di co- municazione: ƒ user friendly; ƒ veloce ed economico; ƒ bidirezionale; ƒ atemporale (= non solo è accessibile a qualsiasi ora, ma costituisce anche un enorme archivio di forme simboliche del passato) e despazializzato (= è accessibile ovunque e permette di partecipare, sia pure virtualmente, ad eventi che pure accadono in luo- ghi spazialmente lontani). Triplice sfida. Mentre il ciclone Internet investe il resto della società, le università sta- tunitensi si trovano a fronteggiare tre problemi di non poco conto: ƒ cronica mancanza di fondi: ciò si riflette sulla qualità dell’offerta didattica e impo- ne un brusco rallentamento all’attività di ricerca; ƒ crescita zero degli iscritti: nel periodo 1991-97, gli undergraduates rimangono 12,4 milioni mentre i graduates fanno registrare un lieve incremento, passando da 1,9 a 2 milioni (NCES, 2003, tab. 5-1 e tab. 7-1); ƒ insofferenza della società: al mondo accademico si chiede di rinnovare il metodo didattico, in modo tale da: Š facilitare l’accesso; Š abbreviare i tempi di permanenza; Š abbattere la percentuale di abbandoni; Š avvicinare l’università al mondo del lavoro. 2 Va precisato che Internet rappresenta un’evoluzione della rete Arpanet, progettata nel 1969 su iniziativa della Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA) e dell’U.S. Department of Defense per ga- rantire le comunicazioni anche in caso di guerra.
Anteprima della tesi: Socializzare la conoscenza: il progetto OpenCourseWare del MIT, Pagina 3

Preview dalla tesi:

Socializzare la conoscenza: il progetto OpenCourseWare del MIT

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Davide Paterlini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Corrado de Francesco
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 154

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

architettura informativa
e-learning
istruzione a distanza
istruzione universitaria
materiali didattici
mit
open learning
progetto ocw
socializzazione del sapere
usabilità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi