Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Socializzare la conoscenza: il progetto OpenCourseWare del MIT

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1. E-learning: nuovo modo di sviluppare conoscenza 13 Thomas Weisel Partners Nel turbinio delle cifre l’unica certezza è rappresentata dal fatto che, dopo anni difficili, l’università può tornare a guardare al futuro con fiducia. Nuova arena competitiva. Fiutato l’affare, numerose imprese hanno deciso di investire nel segmento education, sviluppando piattaforme e-learning o offrendo il proprio know how alle università interessate a erogare una qualche forma di istruzione online. Si è co- sì scatenata una vera e propria guerra commerciale, che, facendo passare in secondo piano gli effetti positivi dell’integrazione delle nuove tecnologie in ambito accademico, ha certamente nuociuto all’immagine dell’e-learning. 1.2 Istruzione a distanza ed e-learning Concetti nebulosi. Istruzione a distanza ed e-learning sono termini di uso ormai comu- ne: tuttavia sono poche le persone che possono dire di conoscerne appieno il significato. Riteniamo perciò necessario partire da alcune definizioni. Istruzione a distanza. Che cos’è l’istruzione a distanza? Tra i tanti che hanno cercato di rispondere a questa domanda un’attenzione particolare merita Desmond Keegan, che in Italia è conosciuto per aver creato e presieduto il Consorzio per l’Università a Distan- za (1984); attualmente dirige l’Irish Centre for Distance Education Research and Appli- cations e la rivista Distance Education, di cui è anche il fondatore. Keegan ha ritenuto necessario prendere in esame i contributi di G. Dohmen (1967), O. Peters (1973), M. Moore (1973) e H. Holmberg (1977): dalla sintesi critica del loro pensiero è emersa una definizione articolata (Keegan, 1994, p. 39-42), che proveremo ora a riassumere. L’istruzione a distanza è una forma di istruzione caratterizzata da: ƒ separazione (pressoché permanente) di docente e discente nel corso del processo e- ducativo; ƒ presenza di un’organizzazione educativa che si occupa sia della progettazione e del- la realizzazione dei materiali didattici sia della fornitura degli stessi allo studente; ƒ utilizzo di mezzi tecnici – stampa, telefono, teleconferenze, trasmissioni audio- video, computer – per portare avanti il processo educativo, in modo tale da rendere possibile il collegamento tra il docente e il discente; ƒ disponibilità di forme di comunicazione two-way. Se vuole risultare efficace, la re- lazione didattica, per sua natura asimmetrica, deve prevedere una qualche forma di feedback da parte degli studenti; ƒ assenza quasi permanente del gruppo dei discenti per tutta la durata del processo di apprendimento: l’insegnamento impartito è dunque di natura individuale e non di gruppo. È bene precisare che Keegan ha formulato questa definizione all’inizio degli anni Ottanta quando l’istruzione a distanza sostanzialmente si esauriva nell’istruzione per corrispondenza e nella teledidattica: da allora lo scenario è pro- fondamente cambiato, tanto che l’aspetto della privatizzazione del processo di ap- Che cos’è. Fondata nel 1999 da Thomas W. Weisel, la Thomas Weisel Partners è una società di intermediazione finanziaria. Clientela. Nata appena cinque anni fa, la Thomas Weisel Partners conta già 478 clien- ti, per conto dei quali gestisce 5 miliardi di dollari. Sito Web ¼ www.tweisel.com

Anteprima della Tesi di Davide Paterlini

Anteprima della tesi: Socializzare la conoscenza: il progetto OpenCourseWare del MIT, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Davide Paterlini Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1849 click dal 22/06/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.