Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il responsabile del procedimento amministrativo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

V procedimento a causa della loro difficile individuazione, con conseguente violazione dell'art. 28 Cost., nonché del principio di efficienza e trasparenza dell'azione amministrativa (per l'impossibilità del privato interessato di controllare l'operato dei pubblici poteri) 9 . Le finalità, dunque, della previsione della figura del responsabile del procedimento sono individuabili nella volontà del legislatore di: 1) consentire agli interessati di venire a conoscenza dell'identità della persona fisica responsabile del procedimento e di controllarne l'operato (personalizzazione dell'attività amministrativa); 2) responsabilizzare i dipendenti pubblici preposti alla gestione del procedimento, eliminando così la situazione di anonimato di cui prima essi godevano, e dando quindi piena attuazione all'art. 28 Cost.; 3) consentire una gestione unitaria ed organica del procedimento, evitando fenomeni di frammentazione e stallo derivanti dall'assenza di un'autorità guida 10 . Dalla disciplina in esame, il responsabile del procedimento appare come uno strumento di trasparenza e il tramite di un rapporto leale ed imparziale tra cittadini e P.A., consentendo un colloquio limpido ed aperto tra le due parti. Verso l’esterno rappresenta, difatti, un indispensabile punto di riferimento e interlocutore, una vera e propria interfaccia tra P.A. e amministrati 11 . Tale figura esprime lo spostamento dell’attenzione da parte del nostro ordinamento dal provvedimento amministrativo al procedimento amministrativo, inteso come sede in cui si forma la volontà dell’amministrazione tramite l’acquisizione e la ponderazione degli interessi rilevanti. 9 F. Caringella, Corso di diritto amministrativo, Milano, Giuffrè, 2003, pp. 1400-1401. La P.A., dunque, era dominus assoluta del procedimento amministrativo, non essendo obbligata ad individuare le figure di cui sopra né tanto meno comunicare ai privati notizie concernenti i soggetti o gli uffici titolari della gestione procedimentale. 10 I. Franco, Il nuovo procedimento amministrativo commentato, Padova, Cedam, 2001, pp. 131-133. 11 Ibid, p. 140. In quanto strumento di trasparenza, esso può considerarsi anche quale mezzo di superamento della logica della secretazione, finora purtroppo vigente.

Anteprima della Tesi di Claudio Carrino

Anteprima della tesi: Il responsabile del procedimento amministrativo, Pagina 4

Tesi di Master

Autore: Claudio Carrino Contatta »

Composta da 57 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 16234 click dal 28/06/2004.

 

Consultata integralmente 53 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.