Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Forme di aggressione alla persona tramite strumenti telematici

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

I Delitti contro l'onore 41 che ciascuno ha della propria dignità morale e designa la somma di valori morali che l'individuo attribuisce a sé stesso (onore in senso stretto); in senso oggettivo, si identifica con la stima o l'opinione che gli altri hanno di noi, patrimonio morale che deriva dalla altrui considerazione, definita anche reputazione 3 . In ogni caso, i contenuti offensivi devono essere valutati all'interno del contesto e valutate nel loro significato obiettivo, tenendo conto del momento storico, dell'ambiente, del clima serio o ludico di una determinata situazione e allo stato o grado sociale della persona offesa Il limite è, però, l'onore quale valore della persona umana in quanto tale, valore presente in ciascun uomo, in quanto discendente direttamente dalla sua personalità 4 . Importante, ai fini dell'elemento oggettivo e soggettivo, è la soglia di tolleranza che appartiene al gruppo che partecipa alla discussione. «Così la comunità a cui si ha riguardo deve essere quella stessa nella quale si è verificata la condotta offensiva, la comunità virtuale e non quella reale. In relazione a quella comunità e alle sue regole deve essere valutata l'entità della lesione alla reputazione o all'onore che una persona abbia eventualmente subito» 5 . La questione acquista rilevanza se pensiamo alla possibilità di comunicare tramite i nickname, che celano la vera identità del soggetto (agente o offeso); la particolare veste che si decide di assumere nella realtà virtuale è quella che gli altri 3MARINUCCI G. e DOLCINI E., Codice Penale commentato, Ipsoa, Milano, 1999. 4MANTOVANI F., Diritto Penale, Parte Speciale, Delitti contro la persona, Cedam,Padova, 1995. 5SCOPINARO L., Internet e delitti contro l'onore, Riv. It. Dir. Pen. e Proc., 2000. Nell'ipotesi di un messaggio postato su un forum di discussione, si dovrà, quindi, fare riferimento agli elementi che lo connotano, al tipo di discussione che in esso è praticata, ai requisiti che eventualmente siano richiesti per farne parte. In un forum professionale, ad esempio, nel quale si svolgono discussioni tecniche e qualificate in cui i partecipanti godono di una considerazione che dipende anche dalle rispettive conoscenze o dal modo di esporle, sarà più facile individuare un contenuto diffamatorio che non in un forum aperto a chiunque e magari per sua natura impostato su una discussione più leggera, colorita o anche volgare.

Anteprima della Tesi di Francesco Bertolini

Anteprima della tesi: Forme di aggressione alla persona tramite strumenti telematici, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Francesco Bertolini Contatta »

Composta da 195 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3690 click dal 29/06/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.