Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Evoluzione della normativa antiriciclaggio dalla legge n. 197/1991 alle questioni poste con il c.d. ''scudo fiscale''

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 Il riciclaggio però oltre ad essere una fattispecie delittuosa sanzionata dai sistemi normativi di tutti i paesi industrializzati è un fenomeno ben più grande non riconducibile ad una serie di atti tassativamente indicati; pertanto esso non si presta ad essere racchiuso in uno schema rigido che consenta di delinearne una netta definizione. La difficoltà nel trovare una netta definizione del riciclaggio trova riscontro nei sistemi normativi ove, la fattispecie giuridica di riciclaggio non trova la stessa “latitudine” del riciclaggio come fenomeno ma si attesta, come vedremo, sulla sanzione di determinati comportamenti. Tale incongruenza tra il fenomeno del riciclaggio e le singole fattispecie cui viene attribuito il nomen-juris di riciclaggio viene chiamato in dottrina “tipo criminoso” 8 e per gli studiosi del rapporto tra normatività ed empiria nelle scienze penalistiche 9 il riciclaggio ne è un ottimo esempio. Il punto cruciale di confronto fra ricostruzione empirica e analisi giuridica non è costituito dalla contrapposizione tra definizione normative e pre-normative, ma piuttosto dall’esigenza di ricostruire il fenomeno da disciplinare evidenziando gli aspetti di dannosità sociale per poi analizzare le politiche seguite dal legislatore. 8 v. M. PEDRAZZI, Inganno ed errore nei delitti contro il patrimonio, Milano 1955, p.5 9 Sull’irrinunciabile contributo della scienza criminologia rispetto all’analisi del diritto penale, ed in particolare riguardo al ruolo della criminologia come scienza empirica per la ricostruzione del substrato fenomenologico a partire dal quale il legislatore è chiamato ad operare, si veda nella dottrina italiana, FORTI, Normatività ed empiria nel lavoro del criminologo, Il “caso” Sutherland, in Rivista italiana diritto e procedura penale 1987, pp. 364 ss.

Anteprima della Tesi di Pasquale De Pierro

Anteprima della tesi: Evoluzione della normativa antiriciclaggio dalla legge n. 197/1991 alle questioni poste con il c.d. ''scudo fiscale'', Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Pasquale De Pierro Contatta »

Composta da 117 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8885 click dal 30/06/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.