Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Filosofie della storia e filosofia critica della storia nel pensiero di Raymond Aron

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

VIII «[…] leggendo Max Weber, sentivo i frastuoni, gli scricchiolii della nostra civiltà, la voce dei profeti giudei e, come un’eco ridicola, l’abbaiare del Führer. […] Max Weber non aveva misconosciuto i sistemi sociali né le decisioni irreversibili e fatali prese dagli uomini del destino» 19 . Il marxismo, in quanto filosofia della storia, con la sua pretesa di una conoscenza totale e assoluta del divenire umano, eliminava ogni elemento che si presentava come oscuro alla ragione, cioè imprevedibile. Ma la rimozione dell’irrazionale, dell’inatteso a vantaggio di un corso necessario ossia prevedibile di eventi, doveva apparire ad Aron quanto meno ridicola, in un momento in cui la storia mostrava il suo volto tragico e oscuro. Aron trovò in Max Weber una prospettiva che gli consentiva di salvaguardare l’azione umana nelle sue conseguenze imprevedibili. Solo riconoscendo il carattere d’indeterminatezza che accompagna gli eventi umani, era possibile ridare alla scelta e alle decisioni umane la loro giusta dimensione. Solo un corso non interamente prevedibile e fatale della storia, consentiva in ultima analisi di restituire alla politica, azione umana per eccellenza, la sua autonomia e la sua effettiva incidenza. La critica che Aron rivolge alle filosofie della storia e ad ogni visione totalizzante del divenire umano è pertanto un aspetto non certo trascurabile del suo pensiero per almeno due motivi essenziali. Innanzitutto perché lo stesso Aron ha voluto interpretare la sua opera «alla luce del marxismo», il quale è anche, come si è visto, una filosofia della storia. In secondo luogo perché quella valorizzazione della politica che il sociologo francese aveva di mira, non poteva attuarsi che in contrapposizione ad ogni visione integrale del mondo storico e sociale. Detto questo, il nostro lavoro non vuole essere un’analisi del pensiero politico e sociologico di Aron o la trattazione di un aspetto del suo pensiero in relazione alla sua concezione della politica e della società. Il sociologo-politico resta per noi interamente sullo sfondo per lasciare spazio al filosofo che riflette sulla storia e sui problemi della conoscenza storica. Vorremmo cioè analizzare alcuni aspetti di quel sottofondo teorico-critico, ancora quasi del tutto inesplorato, che certamente servirà poi anche da supporto metodologico all’attività del sociologo. La scarsità della letteratura critica, la ricchezza e la complessità dei testi aroniani, non sempre di facile lettura, rendono quantomeno difficoltoso l’accostamento all’opera filosofica di Aron. Di essa è tuttavia possibile individuare due linee interpretative differenti. La prima analizza la riflessione aroniana sulla conoscenza storica attraverso un confronto con lo storicismo tedesco e in particolare con il pensiero di Dilthey e di Max Weber, mirando ad individuare in essa le posizioni di maggiore originalità. La seconda cerca ricostruire «la filosofia critica della storia» mostrando come per Aron la 19 R. Aron, Memorie, trad. cit., p. 70. Si veda anche Della condizione storica del sociologo, trad. cit., in La politica, la guerra, la storia, op. cit., p. 615: «Tra la sociologia di Max Weber e l’esperienza vissuta di un laureato in filosofia, francese, ebreo, abitante a Berlino durante i primi mesi del Terzo Reich, esisteva, mi sembra, una specie di armonia prestabilita o, in termini più modesti, un accordo di sensibilità ».

Anteprima della Tesi di Sergio Putzu

Anteprima della tesi: Filosofie della storia e filosofia critica della storia nel pensiero di Raymond Aron, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Sergio Putzu Contatta »

Composta da 163 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2013 click dal 07/07/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.