Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'accordo di programma come strumento di realizzazione di Opere Pubbliche

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Attualmente, l’art. 55 del D.Lgs 112/98 prevede che le procedure di localizzazione delle opere pubbliche, statali o di interesse statale, siano attivate dalle amministrazioni interessate, previa presentazione alla Regione di un quadro complessivo di opere e di interventi compresi nella propria programmazione triennale, da realizzarsi nel territorio regionale. Diversamente, nelle ipotesi in cui all’approvazione di progetti di opere e di interventi pubblici debba conseguire una variazione degli strumenti urbanistici, l’amministrazione procedente è tenuta a predisporre, unitamente al progetto, uno studio sugli effetti urbanistico-territoriali ed ambientali dell’opera e sulle misure necessarie per il suo inserimento nel territorio comunale. Sul punto rilevanti innovazioni sono state già introdotte con il D.P.R. 16 luglio 1977, n. 616 e con il D.P.R. 18 aprile 1994, n. 383 e successive integrazioni e modifiche: in base a tali disposizioni lo Stato, salvo che per le opere destinate alla difesa militare, non può procedere da solo ad accertare la conformità agli strumenti urbanistici, ma deve raggiungere un intesa con la regione interessata (art. 81 D.P.R. 616/77). Dunque, il superamento della difformità dell’opera pubblica rispetto a quanto previsto dalla pianificazione territoriale, viene attuato mediante il raccordo tra Stato e Regione, e con il coinvolgimento degli enti locali territorialmente interessati all’intervento. Come vedremo meglio nel prosieguo, l’accordo di programma, si inserisce nella legislazione più recente anzitutto come uno strumento versatile, utile a favorire il raccordo tra opere pubbliche, che riguardino anche una pluralità di amministrazioni, e piani urbanistici.

Anteprima della Tesi di Francesco Marascio

Anteprima della tesi: L'accordo di programma come strumento di realizzazione di Opere Pubbliche, Pagina 2

Tesi di Master

Autore: Francesco Marascio Contatta »

Composta da 22 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3780 click dal 28/09/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.