Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Struttura finanziaria e meccanismo di trasmissione della politica monetaria

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 maggiore era quello di tornare ad una situazione simile a quella degli anni ‘20 e ‘30 durante i quali la risposta alla libera fluttuazione dei cambi fu la politica di protezionismo che alimentò l’inflazione e fu causa della grande depressione economica del ’29. Questa situazione economica favorì il collasso dei regimi democratici e l’avvento dei regimi totalitari in molti paesi europei quali la Germania. Il problema della stabilità dei cambi non viene affrontato fino al Consiglio di Copenhagen del 1978 in occasione del quale il presidente francese Giscard d’Estaing e il cancelliere tedesco Schmidt proposero la formazione di una “zona di stabilità monetaria” attraverso l’istituzione di un Sistema Monetario Europeo (SME). Lo SME, che entrò in funzione il 13 marzo 1979, costituì un deciso approfondimento dell’integrazione monetaria, ma la marcia verso l’integrazione doveva conoscere una nuova stagione tra la fine degli anni ottanta e l’inizio del decennio successivo. Alla fine degli anni ’80 viene ripreso il progetto di creare una unione monetaria, affidando ad una commissione presieduta dal Delors il compito di studiare e proporre le tappe concrete che avrebbero dovuto portare all’Unione Economica e Monetaria. La decisione di pervenire all’Unione Economica e Monetaria derivava dalla constatazione che se, da un lato le economie dei Paesi europei erano sempre più integrate ed interdipendenti, dall’altro la mancanza di un linguaggio valutario comune per la coesistenza di 15 diverse valute, costituiva un ostacolo sempre più evidente alla realizzazione degli obiettivi del mercato unico. Tra il 1989 e il 1992, cambiò radicalmente anche lo scenario politico in Europa in seguito alla caduta dei regimi comunisti e la

Anteprima della Tesi di Salvatore Camerlingo

Anteprima della tesi: Struttura finanziaria e meccanismo di trasmissione della politica monetaria, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Salvatore Camerlingo Contatta »

Composta da 148 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6542 click dal 07/07/2004.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.