Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ciclo elettronucleare nello scenario energetico mondiale. Stato dell'arte e dinamiche evolutive

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 1.2 Forme e fonti di energia L’energia è considerata come qualcosa di indistruttibile, insita nei corpi o nei campi, che può assumere varie forme e può essere trasferita da un corpo all’altra; si parla così di energia meccanica, energia chimica, energia raggiante ecc..contenute rispettivamente in un corpo che si muove, in un combustibile fossile, in una sorgente radiante (2). Benché assuma diverse forme, la quantità di energia è sempre la stessa sebbene possa essere trasformata da una forma all’altra. Infatti l’energia termica può essere trasformata in energia meccanica (si pensi al motore a scoppio delle automobili e ai motori a reazione degli aeroplani). L’energia meccanica può essere trasformata in energia elettrica con le dinamo; la dinamo più semplice è quella della bicicletta, che trasforma l’energia meccanica della rotazione della ruota, ottenuta a sua volta dall’energia del lavoro muscolare, nella elettricità che accende la lampadina. L’energia elettrica può essere trasformata in calore, si pensi alle stufe elettriche, e in energia meccanica, si pensi agli infiniti motori elettrici che azionano ventilatori, frigoriferi ecc..l’energia raggiante può essere trasformata in energia elettrica mediante cellule fotovoltaiche. Si noti come tutte le varie forme di energia possono essere trasformate in energia meccanica, ossia possono mettere in movimento meccanismi; l’energia meccanica può essere utilizzata direttamente o essere trasformata a sua volta in energia elettrica ovvero in una forma di energia facilmente trasportabile a grandi distanze, per essere di nuovo trasformata in energia meccanica o termica (3). Tutte queste trasformazioni forniscono l’energia desiderata che, cambiando forma, viene restituita all’ambiente con qualità meno pregiata, ovvero con un grado di utilizzabilità più basso rispetto a quello iniziale, mentre l’entropia complessiva del processo è aumentata. E’ opportuno tener presente che nelle trasformazioni energetiche da cui traiamo beneficio, l’aumento di entropia che causiamo sia il minimo indispensabile, in modo da contrastare il deperimento della qualità delle risorse disponibili per le generazioni future (2). L’energia prodotta viene definita energia primaria se viene utilizzata senza altre trasformazioni (l’energia termica liberata dalla combustione delle fonti fossili, secondaria se viene ottenuta dalla trasformazione di un’ altra forma di energia).

Anteprima della Tesi di Brigida Bianchini

Anteprima della tesi: Il ciclo elettronucleare nello scenario energetico mondiale. Stato dell'arte e dinamiche evolutive, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Brigida Bianchini Contatta »

Composta da 106 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1235 click dal 08/07/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.