Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cronaca e tecnologia Cinquant’anni di informazione televisiva in Italia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Le conoscenze generali, in particolare quelle relative alla tecnologia, evitano, quindi, la nascita della superstizione; 3 tuttavia, la gran parte degli utilizzatori impiega le apparecchiature come delle cosiddette scatole nere, ovvero come degli oggetti di cui si può prevedere il comportamento in base alle operazioni effettuate: in altre parole, dato un certo input, ci si aspetta sempre un determinato output. 4 Per facilitarne l’uso, le apparecchiature sono dotate di interfacce: 5 interfacce sono, ad esempio, il mouse, i pedali dell’automobile, il telecomando della televisione, le manopole della lavatrice, ma anche quei programmi software che trasformano le operazioni dell’uomo in istruzioni comprensibili al computer e viceversa. Una volta appreso l’uso delle interfacce, l’utente potrà quindi usufruire dell’attrezzatura, con fiducia nei risultati delle sue attività; tuttavia, proprio a causa di questa fiducia nella tecnologia, coloro che invece conoscono nel dettaglio i meccanismi interni della “scatola nera” - in particolare progettisti o tecnici di manutenzione - possono realizzare una simulazione e quindi un inganno. 6 La gestione di un nuovo mezzo di comunicazione è stata, all’inizio, quasi sempre privilegio di un limitato gruppo di persone che, nel passato, coincideva spesso con la classe sacerdotale. Così si è verificato, ad esempio, per la scrittura geroglifica, che gli egiziani usavano per le iscrizioni religiose dei monumenti, mentre per l’uso quotidiano era stata sviluppata la scrittura 3 La fantascienza ha spesso analizzato il rapporto dell’uomo con le credenze in fatto di tecnologie. Un interessante caso di regressione del progresso umano è descritto nel romanzo Universo di Robert Heinlein. In questo libro alcuni coloni spaziali imbarcati su una gigantesca astronave hanno dimenticato il vero scopo della loro missione ed è nata una religione per spiegare la nascita e la finalità dell’astronave stessa, che, per i coloni, è il loro unico “universo”. 4 Questa caratteristica è studiata dall’ergonomia del software, che analizza le modalità di comunicazione tra la macchina e l’uomo, anche in funzione delle mappe cognitive di quest’ultimo, ovvero delle modalità di pensiero. Vedi Fondamenti di psicologia del lavoro di Francesco Novara e Guido Sarchielli, Il Mulino, Bologna, 1996, pagg. 356, 357. 5 Il concetto di interfaccia è esposto, ad esempio, ne Il libro della comunicazione di Ugo Volli, Il Saggiatore, Milano, 1994. 6 Questo, ad esempio, è il comportamento dei cosiddetti Cavalli di Troia, ovvero dei software che si presentano come fornitori di funzioni utili mentre possono nascondere dei virus, essere potenzialmente dannosi per il regolare funzionamento del computer o, addirittura, permettere di carpire per fini illegali dati riservati come password di carte di credito.

Anteprima della Tesi di Diego Zipponi

Anteprima della tesi: Cronaca e tecnologia Cinquant’anni di informazione televisiva in Italia, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Diego Zipponi Contatta »

Composta da 123 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1820 click dal 09/07/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.