Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un approccio territoriale al mercato del lavoro: aspetti analitici e strategici

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 CAPITOLO PRIMO Perché studiare il mercato del lavoro a livello locale 1.1 La situazione italiana La crescita dell’occupazione 1 , già avviata negli ultimi anni ’90, ha registrato in Italia nel 2000 un risultato molto positivo anche grazie ad un aumento del pil vicino al 3%. L’elevata intensità occupazionale della crescita è anche il risultato delle riforme che hanno interessato il mercato del lavoro nel corso degli ultimi anni: part-time, lavoro temporaneo, nuovo apprendistato, incentivi fiscali, riduzione degli oneri indiretti sul costo del lavoro. Oltre ai rilevanti aspetti quantitativi, meritano di essere segnalati per il loro significato qualitativo, l’elevato aumento dell’occupazione femminile e la crescita proporzionalmente più forte registrata nel Mezzogiorno, con chiari segnali di emersione del lavoro sommerso. Questi positivi risultati hanno comportato una riduzione del tasso di disoccupazione. Dal punto di vista della strategia europea per l’occupazione, meritano di essere segnalate le riforme, per molti aspetti radicali, relative al funzionamento delle pubbliche amministrazioni e quelle nel campo 1 Cfr: “Piano nazionale d’azione per l’occupazione 2001”; pp. 1 e ss.

Anteprima della Tesi di Benjamin Rembrij

Anteprima della tesi: Un approccio territoriale al mercato del lavoro: aspetti analitici e strategici, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Benjamin Rembrij Contatta »

Composta da 325 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2382 click dal 14/07/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.