Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Apprendere oggi. La valutazione di un'esperienza di formazione a distanza

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

19 Se il discorso viene esteso alla comunità virtuale, essa oltre a beneficiare di tutte le eventualità sopraelencate, evidenzia nel singolo le capacità di confronto, di messa in comune di risorse e d’idee e la predisposizione ad esprimere i propri valori, a metterli in discussione per formularne altri condivisi dall’intero gruppo. C’è da sottolineare che la comunicazione mediata dal computer, sul piano psicologico, fa risaltare due elementi che nella nostra società fanno fatica a convivere: 1. l’individuo, con la sua unicità; 2. la massa, con la sua collettività. All’interno della massa l’individuo non si sente inghiottito e respinto, ma partecipa senza temere la quantità, intesa come numero (Boccia, 1998). Il soggetto assume un ruolo importante all’interno della partecipazione sociale, sentendosi coinvolto emotivamente, e partecipa grazie a contatti diretti. In questo senso la distanza può produrre nuove forme, anche più ampie e significative di presenza, nel senso tradizionale che diamo al termine. L’ambiente dell’e-learning viene percepito come spazio, come territorio d’apprendimento e luogo esperienzale d’azione, che esalta la virtualità: si pensi a tutti quei videogiochi che permettono di incarnare un personaggio storico e di visitare un mondo simulato dal suo punto di vista. Oppure in campo formativo, la simulazione di situazioni lavorative pericolose, che richiedono anni ed anni di esperienza sul campo. In Rete, la vicinanza e la distanza diventano concetti astratti che si svincolano dai loro presupposti materiali e si relativizzano entro la trame definite da un network paradigm 6 (Boccia, 2000), capace di sovrapporre allo spazio una rete di maglie tecno-comunicative. I confini del “sociale virtuale” si ridefiniscono in continuazione, fino a trasformarsi in realtà fluide e puramente comunicative. 6 Il modello comunicativo non è più unidirezionale e lineare, ma reticolare all’interno di un sistema in cui tutti i componenti sono contemporaneamente emittenti e destinatari; la costruzione dei significati è frutto dell’interaizone attiva dei soggetti e dell’interscambio dei loro significati sulla base della condivisione di uno spazio comune di conoscenze, di credenze e di valori.

Anteprima della Tesi di Valentina Cardone

Anteprima della tesi: Apprendere oggi. La valutazione di un'esperienza di formazione a distanza, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Valentina Cardone Contatta »

Composta da 210 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5428 click dal 14/07/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.