Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Apprendere oggi. La valutazione di un'esperienza di formazione a distanza

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

21 sapere è distribuito per mezzo delle tecnologie, ed il lavoro viene svolto attraverso una collaborazione, mediata dal computer. Nascono in questo modo dei veri e propri laboratori – groupware 8 – di protagonisti distanti del processo educativo, che condividono uno stesso obiettivo da raggiungere, che passa tramite l’interazione del soggetto con i compagni di classe e la personalizzazione più o meno ampia del curriculum personale (Fasolino, 2004). All’interno di questo scenario si evidenzia che tutti i soggetti coinvolti, hanno il proprio stile di apprendimento – un proprio modo di immagazzinare informazioni – ma, lavorando assieme, costruiranno un ottimo terreno di confronto e di affiancamento delle proprie attitudini. Nonostante ciò, le diverse forme di collaborazione prevedono una grande abilità e disponibilità a lavorare efficacemente con gli altri – condizione che non è sempre ovvia. Di conseguenza, il collaborative learning potrebbe essere definito un’attività in cui più soggetti comunicando reciprocamente, assumono un atteggiamento orientato ad aiutarsi e sostenersi a vicenda, pur rivolti verso finalità distinte. La soggettività dell’individuo scompare dal punto di vista del risultato finale, in quanto esso è la risultante di un “corpo collettivo” costituito da diverse soggettività che concorrono al fine dell’attività educativa collaborativa. Per Costa (1999) l’interazione con gli altri consente di costruire, attraverso il confronto di interpretazioni multiple, dissonanti o consonanti, l’identificazione e la riconciliazione di molteplici punti di vista rispetto ai problemi, nuovi significati del mondo, e di accedere a domini di conoscenza più avanzati. L’interazione con gli altri, diventa un mezzo per conoscere sé stessi – controllo del proprio apprendimento, sviluppo di abilità metacognitive attraverso la riflessione sulle proprie azioni, feedback proveniente dagli altri – e per esprimere sé stessi. L’apprendimento collaborativo non mira ad imitare la formazione in presenza, per garantire gli stessi risultati, ma si propone come modello anche per la formazione tradizionale, proponendo nuove modalità di insegnamento/apprendimento. 8 Piattaforme software integrate e strutturate per supportare interazioni di una certa complessità tra gruppi di persone che operano in Rete, e attiva la collaborazione a distanza. Questi ambienti possono essere orientati ad agevolare le interazioni tra le persone (chat, forum, ecc) o allo scambio di informazioni (scambio di file o strumenti per la scrittura collaborativa).

Anteprima della Tesi di Valentina Cardone

Anteprima della tesi: Apprendere oggi. La valutazione di un'esperienza di formazione a distanza, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Valentina Cardone Contatta »

Composta da 210 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5428 click dal 14/07/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.