Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La drammaturgia di Mariana Starke (1762 ? - 1838)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 Non bisogna dimenticare, infatti, che i primi embrioni del movimento femminista nascevano proprio così e a partire da quel periodo. Comunque, l’ingresso delle donne nella sfera pubblica attraverso la stampa avvenne in ambito domestico. D’altra parte solo così esso poteva essere tollerato e giustificato in quanto non impediva il controllo e il mantenimento dell’establishment: Print enable women to participate in the cultural revolution and thus in public political life, without relinquishing the feminine character of ‘domestic woman’. 11 Ma se questo era possibile realizzarlo attraverso la letteratura, era molto più difficile farlo con il teatro. La realtà teatrale era infatti diversa e comportava innanzi tutto una certa visibilità. Per le attrici, questo non ha bisogno di commenti, mentre per quanto riguarda le drammaturghe, essere playwright significava dover collaborare con un numeroso gruppo di persone, per lo più di sesso maschile. Esse infatti dovevano cooperare con i loro managers, gli sceneggiatori e gli attori, che con l’avvento dello star system avevano un forte peso nella scelta degli argomenti di un’opera e spesso obbligavano addirittura l’autore a creare un personaggio in base alle loro capacità recitative al fine di valorizzarle. Infine dovevano avere un diretto contatto con il pubblico: Women had a great deal at stake in writing plays , for it represented in the composition, publication, reading, and performance widespread and the important modes of participating in the political act of sociability, construing this politics not in the sense of authority of administering the state, but as Jeff Weintraub puts it : “discussions, debate, deliberation, collective decision making and action in concert” amounting to citizenship in the form of “participatory self- determination, deliberation, and conscious cooperation”. 12 11 Ibid., p. 9. 12 T. C. Davis, “The Sociable Playwright and Representative Citizen”, in T.C. Davis and E. Donkin (eds.), Women and Playwriting in Nineteenth Century Britain, Cambridge University Press, Cambridge 1999, pp. 15-34, p. 18.

Anteprima della Tesi di Alessandra Violi

Anteprima della tesi: La drammaturgia di Mariana Starke (1762 ? - 1838), Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Alessandra Violi Contatta »

Composta da 230 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1882 click dal 14/07/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.