Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le Relazioni Interne: il Quadro. Il rapporto diretto lavoratore/azienda uomo/organizzazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Istituto Superiore del Marketing Master in Formazione Formatori Aziendali Alberto Rizzo 4 coinvolto in prima persona per affrontare quanto di sua pertinenza con migliori strumenti e maggiori stimoli. Dai confronti in sede di riunioni scadenzate, sono stati individuati alcuni ambiti operativi: pianificare le decisioni operative sulla base delle quali si sarebbero azionate le leve di gestione; riconoscere quel insieme di azioni di gestione del personale miranti a sviluppare rapporti più diretti tra l’azienda e il singolo dipendente, per realizzare la migliore integrazione possibile a tutti i livelli; riconoscere le esigenze di ruolo del Quadro, come responsabile, in particolare, della gestione della risorsa umana a lui affidata; sviluppare il patrimonio professionale del Quadro. Di conseguenza i punti pertinenti per l’elaborato: Perché le Relazioni Interne; relazioni Interne e bisogni degli individui; relazioni Interne e leadership dei Quadri; i Quadri e gli strumenti di Relazioni Interne; Considerazioni conclusive sul ruolo dei Quadri. Ma perché le relazioni interne? Tutti questi nuovi modi di essere dell’impresa e nell’impresa, vanno sostenuti da un insieme coerente di politiche del personale, che si concretizzano in modo particolare nei nuovi sistemi di Relazioni Interne e di gestione dei dipendenti. In altri termini, la qualità delle relazioni sociali sul posto di lavoro deve dare un supporto interno a questa nuova gestione. Consenso e cooperazione divengono perciò requisiti fondamentali nel modello emergente di impresa: senza di essi sarà sempre più difficile ottenere i nuovi obiettivi di qualità e d’intensità applicativa richiesti dal sistema. Integrazione e adattabilità della forza lavoro ai nuovi modelli gestionali presuppongono un aumento significativo della fiducia tra le parti sociali e una diminuzione, per quanto possibile, dell’antagonismo e della divaricazione di interessi all’interno delle imprese. Si tratta di ricercare oltre al resto, nuove forme di organizzazione e di rapporti con i dipendenti, per acquisire la loro cooperazione non solo per effetto dei controlli dei superiori, bensì attraverso l’adesione volontaria sui fatti e sui contenuti del lavoro.

Anteprima della Tesi di Alberto Rizzo

Anteprima della tesi: Le Relazioni Interne: il Quadro. Il rapporto diretto lavoratore/azienda uomo/organizzazione, Pagina 2

Tesi di Master

Autore: Alberto Rizzo Contatta »

Composta da 50 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3140 click dal 16/07/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.