Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Pasolini lettore

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 ed urla: ‹‹È ancora lo Zorutti che vi fa scuola››. Continua con il sottolineare la differenza tra il dialetto e quella che ora chiama ‹‹favella inventata››. Prima di concludere cerca di far crollare le accuse di freddezza nella vita culturale del Friuli dicendo che a Udine vi sono tantissimi club, tra cui il Circolo artistico friulano, ma sono piuttosto chiusi, pari a delle sette, ed è perciò che ‹‹la nostra piccola patria coltiva delle grandissime ombre, e non una tradizione che sola le consentirebbe la quiete necessaria agli entusiasmi›› 8 . Conclude con un accenno a una dolorosa confessione e nel ricordo del fratello e degli altri giovani morti contro l’invasore tedesco. Il secondo articolo nasce come risposta a Provini e alle accuse della sua Lettera dal Friuli. Lo ringrazia di avergli dato l’occasione per poter parlare finalmente dello Zorutti qui ci troviamo nuovamente di fronte alle sue idee su questo autore, anche se ora vengono trattate con più calma e meno cursoriamente. Pasolini incolpa l’autore di aver reso in qualche modo il friulano un mediocre dialetto, nello stesso tempo, però, ammette che ‹‹Zorutti non fa che trasferire nei suoi versi, con una certa fedeltà, lo spirito del suo ambiente›› 9 , quindi si rivolge a tutta quella pioggerellina di zoruttiani che non si discostano da quello stile-dialetto per affrontare invece uno stile-lingua,diventando così loro i veri colpevoli di questa cristallizzazione del Friuli. Il quinto ‹‹Stroligut››, con il titolo cambiato in ‹‹Quaderno Romanzo›› e con la figura dell’ardilut senza più il motto, compare nel giugno del 1947: ad aprirlo è un 8 Lettera dal Friuli, ‹‹ La Fiera Letteraria ››, a. I, n. 21, 29 agosto 1946, ora in P.P.Pasolini Saggi sulla letteratura e sull’arte, Milano, Mondadori, 1999 cfr. pag. 172 e sgg. 9 Tranquilla polemica sulloZorutti, ‹‹ Libertà ››, 16 ottobre 1946, ora in P.P.Pasolini Saggi sulla letteratura e sull’arte, Milano, Mondadori, 1999 cit. pag. 179.

Anteprima della Tesi di Cecilia Morrico

Anteprima della tesi: Pasolini lettore, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Cecilia Morrico Contatta »

Composta da 266 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5724 click dal 22/07/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.