Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Valutazione delle imprese e merito creditizio alla luce del Nuovo Accordo di Basilea

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 prospettiche, dell’impresa affidata, nonché dalla qualità del management, dalle prospettive di sviluppo del settore produttivo, ecc. Invece, la percentuale di perdita in caso di insolvenza (LGD) dipende, in genere, dalla stima dei “valori di liquidazione” del patrimonio dell’impresa affidata, ma anche dalla natura del finanziamento e dalle eventuali garanzie che lo assistono, da cui discende una metodologia di analisi dei due profili notevolmente diversa. Il calcolo di EAD richiede di conoscere sia la quota di fido utilizzata (Drown Portion, DP), sia la quota non utilizzata (Undrown Portion, UP); quest’ultima assume importanza in quanto il debitore ha praticamente la facoltà di aumentare la sua esposizione in corrispondenza dell’insolvenza. Si inserisce quindi una terza variabile che prende il nome di Usage Given Default, UGD, che rappresenta la percentuale della quota inutilizzata che si ritiene venga utilizzata dal debitore in corrispondenza dell’insolvenza. Analiticamente avremo: Equazione 2 - L' Exposure At Default UGDUPDPEAD ⋅+= Le due componenti del rischio di credito quindi, non solo rappresentano aspetti diversi della manifestazione delle perdite, ma hanno anche implicazioni diverse sulle politiche di bilancio della banca: infatti, come abbiamo visto, la perdita attesa serve a determinare il livello adeguato degli accantonamenti in conto economico, mentre la componente inattesa ha il compito principale di garantire un adeguato livello di patrimonializzazione dell’istituzione creditizia.

Anteprima della Tesi di Giorgio Belli

Anteprima della tesi: Valutazione delle imprese e merito creditizio alla luce del Nuovo Accordo di Basilea, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giorgio Belli Contatta »

Composta da 189 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12215 click dal 24/09/2004.

 

Consultata integralmente 32 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.