Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La valutazione delle piattaforme tecnologiche per l'eLearning: uno sguardo al mondo open source

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO 1 – DALLA FORMAZIONE A DISTANZA ALL’ELEARNING 16 Si parla, quindi, di formazione a distanza (FaD), sinonimo di Distance Learning o Distance Education, che non è altro che l’insieme di tutti i metodi d’insegnamento in cui, a causa di una separazione spaziale e temporale fra allievo e docente, si realizza un’interazione attraverso strumenti meccanici o elettronici, ossia attraverso mezzi tecnologici. Il sistema FaD svolge due funzioni fondamentali: la funzione formativa e quella informativa. La prima gestisce la distribuzione sistematica all’utente dei materiali strutturati per l’apprendimento a distanza, la seconda si occupa di agevolare lo scambio di idee e di esperienze fra i partecipanti, e di farli operare in un clima di massima collaborazione (Gorla, 2000). Come si vedrà successivamente, la FaD viene comunemente suddivisa in tre generazioni a partire dalla fine del 1800. Con l’introduzione delle reti telematiche, e quindi della FaD di terza generazione, si passa dall’autoapprendimento, all’apprendimento in Rete, cioè all’eLearning. L’autoapprendimento consiste nella possibilità di studiare autonomamente avvalendosi delle risorse e dei materiali didattici presenti in un laboratorio e, se necessario, della guida di un tutor in grado di suggerire percorsi da mettere in atto a seconda del livello di conoscenza, dei bisogni specifici dei singoli studenti, delle abilità che si intendono sviluppare e degli eventuali orientamenti forniti dai docenti. Lo studio in autoapprendimento consente l’utilizzo contemporaneo di più media, oltre alla focalizzazione sui singoli aspetti problematici e all’organizzazione autonoma dei tempi di studio. Il suo svolgimento si avvale dell’uso di dispense, audiocassette, videocassette, siti Internet, edicole Internet e test di valutazione del livello di conoscenza (Cordisco, 2003). Si definisce invece Electronic Learning, o eLearning, una metodologia di insegnamento che utilizza un insieme integrato di strumenti tecnologici per la comunicazione a distanza e che privilegia l’esperienza attiva del discente. I metodi didattici attraverso i quali si espleta sono diversi a seconda delle tecnologie sulle quali si basa. Il computer, considerato uno strumento della mente, assume a tutti gli effetti la funzione di mezzo d’insegnamento, in quanto facilita la simulazione della realtà e lo studio dei fenomeni attraverso l’esperienza immersiva di

Anteprima della Tesi di Chantal Gallesi

Anteprima della tesi: La valutazione delle piattaforme tecnologiche per l'eLearning: uno sguardo al mondo open source, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Chantal Gallesi Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3238 click dal 24/09/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.