Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La valutazione delle piattaforme tecnologiche per l'eLearning: uno sguardo al mondo open source

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

INTRODUZIONE 10 Il software open source si basa infatti su una modalità di distribuzione fondata sull’idea di collaborazione: chi sviluppa un programma mette a disposizione di chiunque lo voglia il codice sorgente, così che altri possano studiarlo e migliorarlo, restituendolo poi agli sviluppatori originari ed offrendolo, così migliorato, alla comunità. Di primo acchito l’open source potrebbe sembrare qualcosa di riservato solo a programmatori esperti, o agli “addetti ai lavori”, in realtà le comunità open source danno l’opportunità concreta di contribuire ad un programma a tutti coloro che sono in grado di farlo. Addirittura alcune licenze open source consentono all’autore di una modifica di ridistribuire il programma come proprio (Scharff, 2002). Il primo ad aver articolato l’idea di condivisione del codice è stato Richard Stallmanm, che nel 1995 diede avvio al progetto GNU e alla Free Software Foundation. “I consider that the golden rule requires that if I like a program I must share it with other people who like it. Software sellers want to divide the users and conquer them, making each user agree not to share with others. I refuse to break solidarity with other users in this way. I cannot in good conscience sign a nondisclosure agreement or a software license agreement. […] Complete system sources will be available to everyone. As a result, a user who needs changes in the system will always be free to make them himself, or hire any available programmer or company to make them for him. Users will no longer be at the mercy of one programmer or company which owns the sources and is in sole position to make changes.” (Stallman, 1985). Questo passo, tratto dal Manifesto GNU scritto da Richard Stallman, mette in evidenza come già dall’inizio di questo progetto i principi basilari dell’open source fossero ben definiti. Non si tratta, quindi, semplicemente di programmi diffusi gratuitamente, bensì di una vera metodologia di lavoro alla cui base c’è un principio di collaborazione avente per scopo solo il miglioramento dell’applicazione stessa.

Anteprima della Tesi di Chantal Gallesi

Anteprima della tesi: La valutazione delle piattaforme tecnologiche per l'eLearning: uno sguardo al mondo open source, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Chantal Gallesi Contatta »

Composta da 198 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3238 click dal 24/09/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.