Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il target infanzia nella pubblicità televisiva

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

IV messaggio che abbia poco a che fare con tale immagine. Un differente coinvolgimento emotivo influenzerà inevitabilmente la memorizzazione del messaggio. La costruzione della nostra identità, tuttavia, non avviene soltanto attraverso la conservazione di modelli che ci sono affini, ma anche con l’assimilazione di modelli differenti, che per qualche motivo riteniamo desiderabili (quasi sempre perché garantiscono la soddisfazione del bisogno di sentirsi socialmente accettati), che tendiamo ad integrare con i vecchi modelli già interiorizzati, fino alla manifestazione del nuovo comportamento, senza alcuna conflittualità con “ciò che eravamo prima”. Queste osservazioni, ispirate alla teoria piagetiana dell’apprendimento, possono aiutarci a comprendere come sia possibile che la pubblicità susciti sempre nuovi bisogni nell’individuo, a dispetto dell’indole abitudinaria dei consumatori più refrattari al “nuovo” e sicuri di sé. Secondo lo studioso ginevrino, in effetti, di fronte ad una nuova conoscenza o ad un nuovo comportamento il soggetto farà seguire ad un processo attivo di selezione ed integrazione del dato all’interno dei propri schemi mentali (assimilazione), un processo di trasformazione di tali schemi (accomodamento) in funzione della nuova esperienza giunta dall’esterno. Si ha, in sostanza, una continua ricerca di equilibrio tra mondo esterno e strutture interne, un continuo aggiornamento delle informazioni e del modo in cui queste sono organizzate. Si può dire che in una comunicazione pubblicitaria efficace abbia luogo un vero e proprio processo di apprendimento da parte del consumatore, il quale manifesterà non solo nuovi comportamenti d’acquisto, ma anche un atteggiamento favorevole verso messaggi dello stesso tipo, una maggiore capacità di riconoscerli, interpretarli ed apprezzarli.

Anteprima della Tesi di Lara Polsoni

Anteprima della tesi: Il target infanzia nella pubblicità televisiva, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Lara Polsoni Contatta »

Composta da 414 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 19810 click dal 15/09/2004.

 

Consultata integralmente 44 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.