Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Comunicazione Mediata da Computer (CMC) - Un caso di studio: utilizzo della posta elettronica in Fiat Auto

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Utilizzo della posta elettronica in una realtà aziendale: Il caso di studio Fiat Auto 2.3 La comunicazione mediata da computer (CMC) I primi approcci di “Comunicazione Mediata da Computer” nascono verso la fine degli anni Sessanta con la prima rete elettronica di grandi dimensioni chiamata ARPNET (Advanced Research Project Agency), sviluppata dal Dipartimento della Difesa del governo americano. Da allora la CMC si è sviluppata enormemente parallelamente all’evoluzione delle tecnologie di inter-networking (da qui la nascita del termine Internet). A partire dai primi anni ’70 si sviluppa il primo sistema di posta elettronica, in grado di funzionare tra computer di diversa tecnologia, che sfrutta l’infrastruttura Internet ed utilizza la sintassi di indirizzo in uso ancora oggi ([email protected]); questa innovazione segna definitivamente il salto dalle reti intese come reti di calcolo alle reti di comunicazione. Possiamo distinguere due tipi di CMC: sincrona e asincrona. Nella prima la comunicazione avviene in tempo reale, come in un dialogo telefonico o in uno scambio conversazionale faccia-a-faccia e gli interlocutori sono presenti in Rete nel medesimo istante. I mezzi tipici della CMC sincrona sono le videoconferenze, le Chat, l'Internet Phone 1 e i servizi di Istant Messaging 2 , quali ICQ 3 , o i Messenger di MSN e di Yahoo. 1 Si tratta di una modalità di comunicazione simile alla chat, ma nella quale il testo è sostituito da messaggi vocali. Si differenzia dalla comunicazione telefonica vera e propria perché può parlare solo un utente alla volta 2 Si tratta di programmi che consentono uno scambio istantaneo di messaggi e che permettono di rilevare la presenza in Rete delle persone collegate. 3 ICQ sta per "I seek you". È uno dei programmi di istant messaging più diffusi. Tramite ICQ è possibile sapere quali dei propri conoscenti sono connessi in Rete, ed eventualmente comunicare con loro tramite messaggi, scambiarsi indirizzi, e così via.

Anteprima della Tesi di Davide De Paola

Anteprima della tesi: La Comunicazione Mediata da Computer (CMC) - Un caso di studio: utilizzo della posta elettronica in Fiat Auto, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Davide De Paola Contatta »

Composta da 134 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2533 click dal 31/08/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.