Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni dopo le Direttive 2002

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 una vera e propria rivoluzione nel mondo delle comunicazioni 25 . Al suo interno l’uso di mezzi ulteriori ed alternativi rispetto all’etere terrestre e l’emergere di servizi a valore aggiunto 26 rispetto al servizio di telefonia vocale sono fattori che hanno accresciuto in maniera esponenziale le risorse a disposizione dei fornitori di servizi di comunicazione. Per aggiornare, come ci siamo proposti, l’odierna definizione di comunicazione a distanza, sarà, infatti, fondamentale considerare l’implicazione senz’altro più dirompente introdotta dalla cd. “digitalizzazione”, ossia la multimedialità. Come si è visto, la trasformazione di dei segnali analogici attraverso i simboli binari permette di trasmettere contemporaneamente segnali di natura diversa (suoni, immagini e dati), combinando indifferentemente diversi mezzi di comunicazione: questo è ciò che si intende per multimedialità, vale a dire la possibilità che più linguaggi di comunicazione possano essere veicolati dallo stesso medium 27 , capace, attraverso comuni piattaforme di rete, di gestire servizi di tipo fondamentalmente simile in un processo di graduale scomparsa della distinzione tra mezzi e contenuti della comunicazione. 28 Le tecniche e le infrastrutture vanno verso la cd. convergenza, rendendo ora omogenei settori che sono nati e si sono sviluppati separatamente: la struttura tradizionale delle telecomunicazioni è completamente stravolta poiché non è più necessario che esistano reti distinte per servizi distinti. 29 In tal modo, si ha una vera e propria integrazione tra telecomunicazioni, informatica e televisione: ad esempio, di contenuti che storicamente potevano essere diffusi solo mediante la televisione si può fruire indifferentemente anche attraverso un PC o un telefono cellulare 30 , realizzando il progetto da tempo elaborato dalle autorità comunitarie europee di società 25 R. ZACCARIA, Diritto dell'informazione e della comunicazione, cit., pag.266. 26 Si veda la nota 20. 27 R. ZACCARIA, Diritto dell'informazione e della comunicazione, cit., pag.267. 28 E. CHELI, Convergenza, grande opportunità che impone nuove regole, flessibili, cit. 29 Sul tema della convergenza digitale si veda il documento ufficiale della Commissione Europea “Libro Verde sulla convergenza tra i settori delle telecomunicazioni, dell’audiovisivo e delle tecnologie dell'informazione e sulle sue implicazioni normative”, (COM (97) 623). 30 B. MALAISI, La convergenza tra televisione e telecomunicazioni nel caso Seat-TMC, cit., p. 73.

Anteprima della Tesi di Piercarlo Castellano

Anteprima della tesi: L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni dopo le Direttive 2002, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Piercarlo Castellano Contatta »

Composta da 205 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1745 click dal 01/09/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.