Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Livelli di integrazione della popolazione straniera in Italia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 Tra il XVI e il XVIII secolo, ad una debole mobilità interna, si contrapponeva una direttrice extraeuropea che convogliava in due grandi migrazioni transoceaniche: il trasferimento di circa tre milioni di europei e lo spostamento di circa 7,5 milioni di africani, deportati come schiavi, dalla costa occidentale del loro continente, verso le colonie del Nuovo Mondo 6 . Dalla fine del XVIII secolo, con le grandi rivoluzioni democratiche e demografiche, fino a tutto il XIX secolo, ci fu una grande ondata migratoria di provenienza europea che si consolidò sempre più verso i nuovi continenti (America ed Australia). La prima indagine ufficiale, denominata “Questionario del 1811”, sulle migrazioni europee legate al lavoro, risale agli inizi del XIX secolo (1808-1813) e fu commissionata dall’esercito francese bisognoso di soldati per le guerre di conquista 7 . Al termine del XIX secolo vari paesi smisero di incentivare l’emigrazione verso le Americhe, per cui i movimenti migratori all’interno dell’Europa cominciarono a superare quelli rivolti verso il Nuovo Mondo. Con la nascita dell’industria pesante, infatti, gli stati avevano bisogno di manodopera straniera per sopperire alle carenze di quella interna 8 . 6 Tale fenomeno è considerato uno dei maggiori movimenti migratori involontari mai realizzati, si consideri inoltre che tali stime possono avere un ampio margine di approssimazione. 7 Cfr. FAMOSO N., Movimenti migratori, diversità e convivenza, Franco Angeli, Milano, 1996, ed inoltre SASSENS S., Migranti, coloni, rifugiati. Dall’emigrazione di massa alla fortezza Europa, Feltrinelli, Milano, 1999. 8 La proclamazione dell’Unità d’Italia, avvenuta nel 1861, e quella dell’impero tedesco, nel 1870, contribuirono a far crescere il sentimento nazionalista anche se

Anteprima della Tesi di Anna Ancona

Anteprima della tesi: Livelli di integrazione della popolazione straniera in Italia, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Anna Ancona Contatta »

Composta da 199 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5308 click dal 26/08/2004.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.