Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sale and lease-back e divieto del patto comissorio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Con il venir meno della vendita il lessor non può disporre di un bene che è oramai ridivenuto di proprietà del lessee, e costui non può più proseguire una relazione contrattuale di leasing avente ad oggetto un bene che gli appartiene. 2.2. Il sale and lease-back quale contratto unitario. L’orientamento che considera il lease-back un fenomeno negoziale unitario avente una propria identità causale, ravvisa nella vendita una fase puramente prodromica del lease-back tale da non consentire una scissione dell'operazione in più fasi. Il contratto di lease-back è pertanto un negozio atipico dotato di propria autonomia, che non può farsi coincidere con quella della vendita o del leasing, altrimenti si realizzerebbe “uno snaturamento dell'essenza socio-giuridica del negozio” 27 . La Suprema Corte con la sentenza n. 10805/95 ha risolto il problema della qualificazione di tale contratto ravvisandovi un contratto atipico, con struttura giuridica unitaria a formazione progressiva 28 , non frammentabile in alcun modo. Si respinge così la tesi, ormai obsoleta, della riconducibilità del lease-back a due differenti contratti seppur collegati (vendita e leasing): “Come tutti i contratti atipici, anche quello in esame presenta punti di contatto con figure negoziali tipiche, sicché, volendolo sezionare, ben si potrebbe ridurlo ad un mero assemblaggio di tipi legali (vendita; mutuo; locazione; opzione). Ma si tratterebbe, appunto, di 27 Trib. Milano 3 marzo 1988, cit. 28 LEO, op. cit., p. 684 ritiene, invece, che il lease-back sia un procedimento snodato nelle fasi di: compravendita – locazione - pagamento dei canoni - opzione. La caratteristica dell'atto-procedimento, diversamente dalla fattispecie a formazione progressiva, è che la serie concatenata di atti e fatti posti a base del negozio permane anche dopo il perfezionamento di questo, non dissolvendosi e mantenendo ogni elemento la propria identità. Sulla distinzione tra procedimento e fattispecie a formazione progressiva FALZEA, La condizione e gli elementi del negozio giuridico, Milano, 1941, p. 185 ss. spec. p. 190.

Anteprima della Tesi di Francesco Antonio D'Introno

Anteprima della tesi: Sale and lease-back e divieto del patto comissorio, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Francesco Antonio D'Introno Contatta »

Composta da 160 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6674 click dal 31/08/2004.

 

Consultata integralmente 31 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.