Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tutela delle minoranze: azione sociale di responsabilità

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 azionisti “apatici”, che sono disinteressati alla vita societaria, ovvero che, anche se interessati, trovano antieconomico l’esercizio personale dei diritti di voice. Chi sono, dunque, gli “azionisti di minoranza”? Sulla scorta della comune esperienza, sono state individuate diverse figure: “L’azionista minimo”, mero investitore solitario, totalmente disinteressato alla vita sociale; “l’azionista presenzialista”, pur sempre detentore di un numero esiguo di azioni, che partecipa all’assemblea per curiosità, affezione, o astio personale e finalità aggressive, con l’intento, a volte, di trarre solo un profitto extrasociale dalle difficoltà del management; “l’azionista imprenditore”, detentore di un pacchetto di minoranza qualificata, in grado di incidere sugli equilibri interni; ed, infine, “l’investitore istituzionale” 8 . Analizzando la disciplina, come meglio si vedrà, si evince che il legislatore ha un occhio fortemente di riguardo per le due ultime categorie, specie per gli investitori professionali per fare affidare loro le sorti della democrazia societaria. Molte disposizioni del T.U.F infatti hanno come destinatario ideale gli investitori istituzionali, sia per le percentuali indicate, sia per le capacità e la professionalità richieste nel valutare le informazioni, sia ancora per la tempestività e la rapidità necessarie a comprendere la convenienza economica di alcune operazioni (ad esempio l’esercizio del diritto di opzione). Gli strumenti attraverso i quali la tutela delle minoranze può esplicarsi sono assai vari. In via preliminare, ed in estrema sintesi, si distingue tra strumenti di autotutela e strumenti di eterotutela delle minoranze azionarie, intendendo con 8 RORDORF, Le minoranze azionarie tra autotutela ed eterotutela, in Le Società, 2002, 3, 286 ss.

Anteprima della Tesi di Massimiliano De Martino

Anteprima della tesi: Tutela delle minoranze: azione sociale di responsabilità, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Massimiliano De Martino Contatta »

Composta da 223 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3834 click dal 01/09/2004.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.